mercoledì 8 Aprile 2020
Home Politica Cercola. Fiengo ha già vinto, comunque vada

Cercola. Fiengo ha già vinto, comunque vada

Cercola – Domenica prossima, il 24 Giugno, i cercolesi saranno chiamati nuovamente al voto, un ballottaggio che vede sostanzialmente due anime diverse, una di destra e l’altra di sinistra, battersi per andare al governo della città.

Se si volesse fotografare la situazione politica di Cercola si produrrebbe una immagine a tratti “sfocata” ed a tratti particolarmente “nitida”.

- Advertisement -

E evidente infatti che Vincenzo Fiengo, sostenuto da ben otto liste, è riuscito a coinvolgere una fetta ampia di cittadini di Cercola in un progetto che vedeva lui primo cittadino per i prossimi cinque anni. Ai comizi elettorali di Fiengo vi è sempre stata una grande partecipazione popolare, senz’altro una vittoria morale, per non dimenticare l’endorsement del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, arrivato a Cercola e schierato con Vincenzo Fiengo.

D’altro canto bisogna ricordare che si vive una situazione di estrema incertezza in queste ore. Secondo rumors cittadini i consiglieri eletti con Fiengo, compreso il candidato sindaco, in caso di sconfitta elettorale sarebbero pronti a dimettersi in massa, questo determinerebbe la fine dell’amministrazione comunale appena insediata ed una serie di conseguenze, senz’altro negative, per la città.

Pare infatti che Vincenzo Fiengo, anche in caso di sconfitta, abbia nelle mani il futuro dell’amministrazione di Cercola, avendo, comunque vada, la maggioranza dei consiglieri eletti, espressione della sua coalizione, pronti a sostenerlo.

Le dimissioni in massa sarebbero solo una delle ipotesi che verrebbe fuori da questa “fotografia” politica di Cercola, anche se, ad oggi, pare una ipotesi particolarmente accreditata. Qualora Fiengo dovesse essere sconfitto pare che, nella sostanza, avrebbe sempre vinto perché in consiglio, avendo il sindaco uscente la maggioranza dei consiglieri, sarebbe difficile portare avanti qualsiasi tipo di progetto non conforme alla linea di pensiero di Fiengo, senza una maggioranza di governo concreta Cercola correrebbe il rischio di non avere una progettualità e di fare passi indietro rispetto a ciò che di buono è stato fatto finora.

Certo che poi bisogna considerare che in caso di dimissioni in massa del gruppo consiliare che fa capo a Fiengo si tornerebbe al voto, si spenderebbero altri soldi per nuove elezioni ed i cittadini sarebbero, ancora una volta, chiamati ad esprimere la loro preferenza.

Una situazione di caos, di “stallo amministrativo”, non resta che attendere il prossimo 24 Giugno per capire il futuro di Cercola.

 

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

La Storia a Somma. Masulli: “Neanche nel 1944 ferma la processione del Venerdì Santo”

SOMMA VESUVIANA Quella del Venerdì Santo a Somma Vesuviana è una processione che si ripete da centinaia di anni e non si era...

Proposta sindaco Ottaviano: “Consegne a domicilio dopo Pasqua”

OTTAVIANO. Emergenza coronavirus, la proposta del sindaco di Ottaviano: “Chiudere tutto a Pasqua e Pasquetta ma poi aprire gastronomie con consegna a domicilio” “Ho chiesto...

Venerdì Santo a Somma, marcia funebre in filodiffusione e messa in diretta Facebook

SOMMA VESUVIANA. "Venerdì Santo alle ore 19 e 15 nel momento in cui sarebbe uscita la Madonna con il Cristo Morto, i 30 musicisti...

S.Anastasia. sìAmo Anastasiani: “Bonus sia erogato prima di Pasqua”

SANT'ANASTASIA. Emergenza sociale, sìAMO ANASTASIANI: "Il bonus spesa venga erogato prima di Pasqua". Il movimento politico "sìAMO ANASTASIANI - IL FUTURO CHE CI MERITIAMO" preme...

Covid 19 a Somma. Il sindaco: “20 contagiati e 238 persone in isolamento”

SOMMA VESUVIANA. “Ventesimo caso di Coronavirus a Somma Vesuviana e ben 238 persone in isolamento", lo annuncia il sindaco Salvatore Di Sarno che aggiunge:...
- Advertisment -