lunedì 26 Settembre 2022
HomeCronacaCercola. Nuovo raid all'Istituto Giordano, saccheggiati snack e spiccioli

Cercola. Nuovo raid all’Istituto Giordano, saccheggiati snack e spiccioli

CERCOLA. Nuovo raid la notte scorsa all’Istituto comprensivo “Luca Giordano”, i ladri hanno scassinato i due distributori automatici delle bibite e degli snack per rubarvi il contenuto e i soldi contenuti, circa 50 euro, in monete.

Il primo raid il 20 marzo scorso, quando ignoti devastarono la scuola a colpi di schiuma degli estintori e la coca cola dei distributori di bibite presenti nella struttura. E questa notte, a distanza di circa due settimane, un nuovo atto vandalico ha rimesso al centro dell’attenzione l’istituto Giordano. Ignoti, con molta probabilità gi stessi della volta scorsa, si sono introdotti nella scuola attraverso una delle finestre delle aule del piano terra e hanno saccheggiato i due distributori di bibite e merendine poste nell’aula magna. Questa volta però il contenuto dei distributori automatici non è stato usato per imbrattare le aule ma è stato letteralmente portato via, rubato.

Un’irruzione che si ripete all’Istituto in viale Moscati, dove a distanza di pochi giorni, infatti, i vandali sono tornati nella stessa scuola. L’istituto è un bersaglio facile per i teppisti: “Purtroppo la scuola non ha sistemi di sicurezza ed è tra l’altro una struttura vecchia che dovrà essere completamente oggetto di lavori di ammodernamento e manutenzione”, dice la dirigente scolastica Raffaella De Falco. Il primo assalto fu messo a segno con la schiuma degli estintori e la coca cola. “Una volta entrati nella scuola – prosegue la preside – che non possiede sistemi di allarme, né di videosorveglianza, i ladri ci devastarono l’intero piano terra usando gli estintori e le bibite delle lattine”. In tutto furono sei le aule completamente danneggiate e imbrattate. Non solo. Il raid proseguì nella stanza dei docenti e nell’aula magna dove il gruppo, forse lo stesso che è ritornato la scorsa notte, distrusse anche il registro utilizzato dagli insegnanti per segnare alcune note.

 

Fonte di Patrizia Panico de Il Mattino area sud-costiera

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti