mercoledì 28 Settembre 2022
HomePoliticaChiusura di bilancio, il Comune rispetta patto di stabilità

Chiusura di bilancio, il Comune rispetta patto di stabilità

SANT’ANASTASIA. Rispettato il patto di stabilità interno per l’anno 2013 e la gestione complessiva del bilancio, per quanto riguarda la disponibilità di liquidità, chiude con un fondo cassa al 31 dicembre pari a 3milioni 532.389,36 euro.

La gestione finanziaria, che invece tiene conto dei residui passivi e attivi degli anni precedenti e dei residui 2013, chiude con un avanzo di 6milioni 330.718,24 euro.

Un bilancio solido, le cui relazioni al rendiconto ed allo schema consuntivo sono state approvate dal Commissario Straordinario, dott.ssa Anna Nigro, con i poteri della Giunta. Spetta ora all’organo revisore entrare nel dettaglio e, ottenuto il parere favorevole, il Commissario provvederà a chiudere il bilancio 2013 con i poteri del Consiglio Comunale.

L’obiettivo di approvare la delibera di Giunta è stato raggiunto in tempi rapidi, a seguito delle relazioni presentate dal Tesoriere, dall’Economo e delle verifiche contabili e relazioni sui residui fatte da tutti i responsabili di Posizione Organizzativa, grazie all’impegno costante della nuova Responsabile del Servizio Finanziario, dott.ssa Rossella Romano, coadiuvata dal personale della ragioneria. A scopo prudenziale, la dott.ssa Romano ha proposto di vincolare 5.530.718,24 euro “per far fronte alla mole di residui attivi iscritti nella contabilità dell’ente”, che non ha fatto ricorso all’anticipazione di cassa, ed ha evidenziato che, nonostante il 2013 sia stato caratterizzato da significativi cambiamenti di normative (Imu, Tares, slittamento a fine novembre dell’approvazione del bilancio di previsione 2013), la gestione di competenza e il risultato di amministrazione sono positivi.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti