lunedì 30 Marzo 2020
Home Attualità Chiusura negozi. Piscitelli: "Per il sondaggio del sindaco il popolo è sovrano"

Chiusura negozi. Piscitelli: “Per il sondaggio del sindaco il popolo è sovrano”

SOMMA VESUVIANA. Confusione di idee, mancato rispetto delle ordinanze, tentativo di ascolto dei cittadini ed una buona dose di ironia sono gli ingredienti di un pastrocchio comunicativo che oggi ha tenuto banco sui social a Somma Vesuviana.
Cominciamo dal principio, il sindaco Salvatore Di Sarno lancia sulla sua Pagina ufficiale un sondaggio per chiedere ai cittadini cosa ne pensano della chiusura anticipata dei negozi visto l’emergenza Coronavirus, vincono con 81% dei voti i “Si”, rispondono oltre 3mila persone.
Dimenticando però che il governatore della Campania Vincenzo De Luca aveva emanato il seguente avviso “SI INVITANO
i Comuni della regione a non introdurre limitazioni agli orari di apertura degli esercizi
commerciali di vendita al dettaglio di alimenti e di altri beni di prima necessità all’interno dei
territori di competenza e, ove introdotti, a revocare vincoli o limiti agli orari, al fine di garantire
ai cittadini di accedere con continuità ai detti servizi essenziali e di evitare assembramenti e file
nei pressi e all’interno degli esercizi medesimi.
Il presente atto è notificato ai Comuni e trasmesso, per opportuna conoscenza, ai Prefetti” .
Quindi quanto richiesto ai sommesi dal loro primo cittadino non aveva ragione di esistere.
Ecco allora arrivare l’ironia del consigliere comunale di Somma Futura Vincenzo Piscitelli, che solitamente “bacchetta” il sindaco proprio usando l’arma del “dico-non dico”.

“Ottima e condivisibile la iniziativa pienamente democratica messa in campo dal Sindaco Salvatore Di Sarno”, scrive dal suo profilo ufficiale il consigliere di opposizione, “I cittadini di Somma Vesuviana hanno votato il suo sondaggio decretando la chiusura anticipata alle ore 18,00 delle attività commerciali e altro. Il Popolo è Sovrano.
Si ponga in essere la volontà dei cittadini”.

- Advertisement -

Intanto, mentre sui social si discuteva di quanto fosse inutile il sondaggio rispetto a quando aveva deciso il governatore De Luca, arrivava il parziale dietrofront di Di Sarno, con un altro post.

“Cari cittadini,
l’ultimo sondaggio emesso, in poche ore, ha avuto un grande successo di adesioni ed ha confermato la voglia di tutti di esprimere, in libertà, la propria opinione. Ci tengo a #precisare, a scanso di equivoci, che la sua finalità era soltanto esplorativa per conoscere il vostro #pensiero. Qualsiasi scelta, come fatto finora, verrà presa con ponderazione, attenzione e rispettando le ordinanze della Regione Campania e i Decreti del Consiglio dei Ministri a cui tutti ci dobbiamo adeguare. E’ doveroso #ringraziare tutti coloro che, ligi al dovere, rispettano scrupolosamente le regole. Io sto con quei cittadini e lo sarò sempre. Questa esperienza ci cambierà; starà a noi tornare migliori di prima”.

In un momento di disagio e emergenza come quella che stiamo vivendo vige la norma che la confusione non deve essere alimentata, ma spenta sul nascere. Speriamo che la prossima volta si tenga presente questa regola aurea. I cittadini confusi, infatti, non sono cittadini al sicuro.

- Advertisement -
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata nel 1976 a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca che interessano la città di Somma Vesuviana e non. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”.
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Buoni spesa ad Acerra. Ecco come averli

E’ già online sul sito del Comune di Acerra la modulistica per poter richiedere il buono spesa connesso all’emergenza alimentare da coronavirus per l’acquisto...

Covid19, 30minuti d’aria al giorno per i bimbi: a Napoli parte la petizione

NAPOLI. Covid19, 30minuti di passeggiata al giorno per i bimbi: la petizione promossa dall'associazione GuapaNapoli. "Trenta minuti di passeggiata all'aria aperta per i bambini" durante...

Sale a 63 il numero dei medici deceduti per covid 19

Altri due medici si aggiungono alla lista dei decessi tra i camici bianchi per Covid-19: sono, si apprende dalla Federazione degli ordini dei medici...

Choc a Somma. Su Whatsapp gli audio dell’Amministrazione coi nomi dei contagiati

SOMMA VESUVIANA. In città, sui social e nei gruppi Whatsapp si è creata una assurda "caccia alle streghe", del tutto fuori luogo, pericolosa e...

Coronavirus. Controlli a Somma della polizia metropolitana e la locale

SOMMA VESUVIANA. Sono cominciati a Somma Vesuviana i controlli effettuati dalla polizia metropolitana per evitare gli spostamenti inutili e inopportuni nel territorio per...
- Advertisment -