sabato 30 Maggio 2020
Home Attualità Choc a Somma. Su Whatsapp gli audio dell'Amministrazione coi nomi dei contagiati

Choc a Somma. Su Whatsapp gli audio dell’Amministrazione coi nomi dei contagiati

SOMMA VESUVIANA. In città, sui social e nei gruppi Whatsapp si è creata una assurda “caccia alle streghe”, del tutto fuori luogo, pericolosa e che andava scongiurata con ogni mezzo. Una caccia nata da due scelte dell’amministrazione comunale. La prima quella del sindaco Salvatore Di Sarno di fare in diretta Facebook il nome di tutte le strade in cui risulta esserci un contagiato, “dimenticando” però quella in cui vive una persona legata al mondo politico locale. «Non posso dire i nomi ma vi indicherò le strade”, ha detto il sindaco alle migliaia di persone che lo seguivano in diretta, “dove questi casi si sono via via succeduti, mi raccomando agli abitanti di quelle zone di fare attenzione un po’ di più”.
La seconda quella di due esponenti di punta dell’amministrazione comunale, guidata sempre da Di Sarno, che hanno permesso che due loro messaggi diventassero di dominio pubblico. Due messaggi, il primo dura circa 56 secondi la risposta altri 50. In queste conversazioni, nomi, cognomi, professioni e foto (almeno in un caso) degli 11 contagiati ufficiali dichiarati anche dal primo cittadino, e addirittura uno dei due interlocutori preannuncia altri casi a breve per arrivare ad un numero di 20 persone.
Parole gravi, i nomi dei contagiati dovrebbero essere tutelati dalla legge sulla privacy e non comprendiamo, dunque, perchè se uno dei due autori dei vocali doveva esserne a conoscenza per il lavoro che svolge come mai ha deciso di dare tanti dettagli all’altro che è semplicemente un consigliere comunale.
Cosa ancora più grave, ci chiediamo perchè questi messaggi sono diventati di dominio pubblico e sono passati da cellulare in cellulare attraverso i gruppi Whatsapp? Perchè oggi a Somma decine di persone (per non voler aumentare le stime) conoscono i nomi e le professioni dei contagiati?
Ci auguriamo che la ricerca spasmodica dei nomi termini, ci auguriamo che chi è contagiato guarisca al più presto rispettando l’obbligatoria quarantena, ci auguriamo che un comportamento tanto sciagurato da parte di chi amministra la città non porti alle scene assurde capitate ieri ad Acerra. Dove, dopo un video in cui il sindaco Raffaele Lettieri parlava del contagio di una giovane venuta dalla Lombardia, nella strada in cui vive la ragazza ci sono state rivolte con tanto di barricate e tentativi di aggressione placati solo dall’intervento della polizia.
Chiediamo a tutti: cittadini e amministratori di dimostrare in un momento così difficile per la nostra comunità maggiore sensibilità e, soprattutto, responsabilità.

- Advertisement -
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna".
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Picchia moglie e viene allontanato. L’uomo ritorna e la minaccia. Arrestato

NAPOLI. Ieri pomeriggio gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato Scampia, durante il servizio di controllo del territorio, sono intervenuti a Miano...

Incertezza a Casalnuovo. Nelle aree giochi per i bambini si può accedere?

di Floriana Stile Casalnuovo. Tema tanto acceso da parte di genitori disorientati che lamentano la possibilità di usufruire di questi spazi una volta dichiarata l’apertura...

Matrimoni e unioni civili all’aperto, la decisione del Comune di Napoli

NAPOLI. La Giunta Comunale, per volontà del sindaco Luigi de Magistris e su proposta dell'Assessore all'Anagrafe e allo Stato Civile Rosaria Galiero ha votato...

Covid. RSA Madonna dell’Arco, ospiti ed operatori tutti guariti

SANT'ANASTASIA. Casa di riposo anziani Madonna dell'Arco cessato allarme. Ospiti ed operatori tutti guariti. Tampone negativo. L’attesa risposta è arrivata ieri alla R.S.A. Madonna dell’Arco:...

Uomo accoltellato a Torre del Greco, responsabili due minorenni oplontini

TORRE DEL GRECO. Domenica notte gli agenti del Commissariato di Torre del Greco, su segnalazione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Mortelle presso...
- Advertisment -