lunedì 8 Marzo 2021
Home Attualità Circum: "Noi pendolari siamo stufi di questi miracoli, un flop operativo"

Circum: “Noi pendolari siamo stufi di questi miracoli, un flop operativo”

Riceviamo e pubblichiamo la nota del portavoce gruppo Facebook: “No al taglio dei treni della Cirumvesuviana”.

Disastro Circumvesuviana Un flop, pagato un miliardo!
Alle accuse del rapporto Pendolaria di Legambiente De Luca risponde che la colpa è di chi per 30 anni non ha fatto una mazza! Ebbene tra quelli che non hanno fatto una mazza per Circumvesuviana c’è anche De Luca sottosegretario ai trasporti negli anni di piena crisi dell’azienda vesuviana, c’é De Luca che nel 2011 abbandona gli scranni regionali fregandosi di chi aveva creduto in lui e dei problemi delle aziende di trasporto pubblico regionale, c’è De Luca con la disastrosa gestione del revamping di 37 treni la cui consegna annunciata già nel 2016 viene rimandata di anno in anno. Dodici di questi treni in appalto a un’azienda tedesca, con serenità disarmante oggi vengono dati per persi con note ufficiali dell’azienda e dai vertici regionali, dimenticando gli stessi che alla consegna del primo treno revampizzato nel luglio 2018 dichiaravano che la commessa di tutti i 37 treni revampizzati sarebbe stata completata entro tutto il 2019. De Luca addossa ad altri il disastro, si spoglia di ogni responsabilità, così come fa il vertice aziendale dopo che per anni insieme hanno parlato di miracolo.
Noi pendolari siamo stufi di questi miracoli, un flop operativo pagato un miliardo di euro.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti