sabato 3 Dicembre 2022
HomeAttualitàCittadini informati e protetti, parte il progetto della Protezione Civile

Cittadini informati e protetti, parte il progetto della Protezione Civile

SANT’ANASTASIA. E’ partito sabato scorso il progetto del Nucleo Comunale Protezione civile di Sant’Anastasia denominato “La Carovana della prevenzione”, un programma di educazione ambientale finalizzato alla conoscenza del rischio idrogeologico e alla tutela dell’ambiente.

Con la partecipazione di 30 alunni dell’I.C. Tenente Mario De Rosa, sono stati esposti in via Roma cartelloni esplicativi e sono stati distribuiti vademecum da utilizzare come strumento di prevenzione. Gli alunni sono stati volontari per un giorno ed hanno illustrato ai cittadini i lavori da loro realizzati spiegando, con l’aiuto degli operatori volontari del Nucleo Comunale di Protezione Civile, quali sono i rischi presenti sul territorio locale.

Fino a giugno prossimo la Protezione Civile sarà impegnata sul territorio per una “Informazione Itinerante” tesa a far accrescere la consapevolezza dei cittadini riguardo ai rischi naturali presenti a Sant’Anastasia, con appuntamenti programmati il 30 marzo a via Pomigliano; il 5 aprile in via S. Chiara; il 27 aprile in via Arco; il 10 maggio al parco Boschetto; il 7 giugno in via Primicerio e il 15 giugno in piazza S. Antonio.

Le attività di previsione e prevenzione si basano su un collegamento sempre più stretto tra protezione civile ed il mondo della ricerca scientifica, con nuovi sistemi tecnologici di raccolta ed elaborazione delle informazioni, con centri di elaborazione dei dati in grado di segnalare con il massimo anticipo possibile le probabilità che si verifichino eventi catastrofici, con l’elaborazione di sofisticate ed efficienti cartografie di rischio, con la promozione di strumenti normativi e tecnici finalizzati alla prevenzione ed mitigazione dei danni.

I cittadini, per poter affrontare una situazione di crisi, devono essere consapevoli dei possibili rischi presenti sul proprio territorio, conoscere come e dove informarsi e come comportarsi. Occorre conoscere le informazioni contenute nei Piano Comunale di Protezione Civile e nel Piano Nazionale d’Emergenza, le comunicazioni relative all’attività di previsione e prevenzione della Protezione Civile e le informazioni indirizzate ai cittadini dalla Protezione Civile quando una emergenza è in atto.

A supporto di ciò il nucleo comunale si avvale del vademecum redatto dal Dipartimento di Protezione Civile “La Protezione civile in famiglia” nonché di un opuscoletto “La Carovana della Prevenzione” nel quale sono indicati, mediante supporto fotografico, i luoghi del rischio idraulico individuate dal P.A.I . dell’Autorità di Bacino Nord Occidentale di Napoli.

Il Nucleo Comunale di Protezione Civile ha recentemente portato a termine il progetto “Una vita… sicura”, realizzato nelle scuole allo scopo di sensibilizzare ed educare gli alunni della scuola media inferiore all’autoprotezione, concetto cardine per la protezione civile, con apposite lezioni tenute dai docenti volontari di P.C. Romano Carmine, Velotti Pasquale, Servillo Mena, Torino Maria, Gifuni Ciro e Di Maio Marianna.

“Alla luce delle recenti tragedie che hanno colpito la penisola italiana – dice Carmine Romano – è sempre più urgente assicurare al Paese un piano complessivo di assetto idrogeologico con il quale affermare una nuova cultura dell’utilizzo e della tutela del suolo. Le istituzioni scolastiche rappresentano un ambiente di fondamentale importanza per sviluppare la cultura di protezione civile ed i giovani sono spesso il canale migliore per indurre i grandi a cambiare comportamenti errati. L’autoprotezione, infatti, interessa tutti i comportamenti di vita: da quelli relativi alla salute ed al benessere personale (alimentazione, igiene, uso di sostanze nocive, condotte sessuali …), al rispetto per l’ambiente ed alla prudenza in tutti i comportamenti quotidiani”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti