mercoledì 22 Settembre 2021
HomePoliticaClemente contro De Luca: 'A settembre scuole riaperte ad ogni costo'

Clemente contro De Luca: ‘A settembre scuole riaperte ad ogni costo’

Napoli. “A settembre le scuola andranno riaperte ad ogni costo, dopo due anni di chiusura scriteriata non è possibile essere ancora titubanti, così come dimostra ogni settimana Vincenzo De Luca – dichiara Alessandra Clemente, candidata sindaco di Napoli -. I risultati delle Prove Invalsi parlano chiaro – prosegue la candidata – evidenziando un danno agli apprendimenti che incide maggiormente sui contesti che già avevano problemi di povertà educativa. La linea di chiusura totale portata avanti dalla Regione Campania è stata rovinosa per i nostri studenti, ultimi in Italia anche a causa dell’abuso della didattica a distanza. Non si possono porre condizioni per il rientro a scuola che deve essere integrale per tutti gli alunni campani.  Il problema – aggiunge Clemente – non è solo didattico: istituti chiusi significa mancanza del tempo prolungato, delle attività sportive, di laboratori e programmi di recupero per ragazzi in difficoltà, di supporto alle famiglie in condizioni di fragilità.  Abbiamo già costretto una generazione di giovani ad annullare completamente ogni tipo di socialità nell’ultimo anno e mezzo, con danni incalcolabili per la loro crescita. Riaprire le scuole a settembre – dice ancora – è l’unica possibilità che il governo regionale dovrebbe prendere in considerazione senza ulteriori tentennamenti, impegnandosi a lavorare perché ciò  avvenga in sicurezza attraverso una buona programmazione delle azioni di prevenzione e tracciamento sanitari. Se il Covid non è sconfitto, e potrebbe entrare ancora nei luoghi di vita come le aule di una scuola, il compito della Regione non è chiudere la scuola, o minacciare di farlo, ma – conclude – creare le condizioni perche esso non faccia danni ai nostri ragazzi”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti