lunedì 20 Settembre 2021
HomePoliticaComunali. Un ecoparco anche per gli animali, la proposta di Manfellotti

Comunali. Un ecoparco anche per gli animali, la proposta di Manfellotti

VOLLA. Comunali. Luciano Manfellotti lancia la sua prima idea della campagna elettorale: un ecoparco comunale per gli amici a 4 zampe e per una Volla a misura di cittadini.

Un ecoparco comunale che, da un lato, possa accrescere la sensibilità verso gli animali; dall’altro, possa offrire un’area verde fruibile ai cittadini in un territorio che soffre la mancanza di attrezzature adeguate per la vivibilità: Luciano Manfellotti, candidato a sindaco per Area Comune, progetto civico a cui hanno aderito alcune realtà politiche locali, lancia la sua idea, a costo zero, di un “Pet village” da realizzare nel breve periodo in caso di vittoria alle prossime elezioni amministrative di Giugno 2016.

Un team di giovani professionisti e studenti universitari, – dice Luciano Manfellotti – ha elaborato un progetto per accrescere il grado di sostenibilità della città e rendere la nostra Volla, sempre di più, a misura di cittadino. C’è chi promette il libro dei sogni e vorrebbe trascinarci nella diatriba politica fine a sé stessa che ha depurtato da 20 anni il nostro territorio; mentre noi abbiamo già progettato un ecoparco comunale che potrà dare sviluppo e identità al nostro territorio, offrendo piccole ma concrete risposte in materia di occupazione, cultura, sostenibilità, commercio e tutela degli animali; e facendo risparmiare così anche all’ente ben 70 mila euro, sin ora messi a bilancio per risolvere il problema del randagismo. Affideremo un’area dismessa della città, già individuata, ad un’associazione, con personale specializzato e strutture adeguate, in grado di offrire aree di ricovero e sgambatura, e un ambulatorio veterinario h24, aperto 7 giorni su 7. Il tutto a costo zero per le nostre esigue casse comunali e utilizzando materiale ecologico ed ecosostenibile. Tutta l’energia elettrica necessaria sarà, infatti, fornita da pannelli solari e da mini turbine eoliche”.

Il petvillage consentirà, dunque, anche ai cittadini volessi di poter finalmente usufruire di uno spazio verde pubblico, arricchito da filari arborei, con prevalenza di agrumi ed essenze profumate che potrà, dunque, divenire un luogo di ritrovo non solo per i proprietari di cani ma per tutte le famiglie del vesuviano: “Sarà un importante progetto a partecipazione mista – continua il candidato a sindaco per Area Comune – Pubblico, privato e terzo settore diventeranno in tal modo un propulsore unico di energie oltreché uno strumento di comunicazione e sensibilizzazione. Nell’ecoparco, infatti saranno previsti anche incontri con le scuole, spazi per la Pet therapy e orti didattici per avvicinare i bambini alla natura. E ancora: punti di ristoro e attività artigianali in modo da incentivare, da un lato, il commercio locale e, dall’altro, offrire così anche aree servizi utili ai visitatori. Senza dimenticare il  fine principale che è quello di accrescere la frequentazione e, con essa, anche le possibilità di adozione. Il nostro petvillage sarà punto di transito per cani senza padrone, in attesa di una famiglia che possa amorevolmente accoglierli o adottarli a distanza, e, insieme, luogo di educazione antropologica. Modalità di costruzione, luoghi e fondi da reperire sono già stati delineati e avallati da uno studio di fattibilità da parte di tecnici ed esperti, che nei prossimi giorni illustrare il progetto con iniziative sul territorio”.

Nei prossimi giorni Luciano Manfellotti organizzerà anche gazebo e sit-in per la città per parlare ai cittadini della sua idea di Volla e per ascoltare, dunque, eventuali consigli e problematiche. L’ecoparco comunale si inserisce nell’ambito delle iniziative per uno sviluppo urbanistico della città, che non sia soltanto edile, ma che sia in grado di offrire nuovi servizi ed efficienti infrastrutture, e di dare identità ad una città divenuta con gli anni un “non luogo”: “Il PUC comunale – conclude l’aspirante primo cittadino – non dovrà rispondere soltanto alla logica del cemento, ma terrà conto delle piccole e grandi esigenze territoriali, mirando al riuso e alla riqualificazione per una città certamente più vivibile e a misura di cittadino. In attesa della pubblicazione del nostro programma elettorale, che avverrà a breve e che sarà quanto più partecipativo e aperto alla cittadinanza possibile, ascolteremo il territorio e lanceremo nuove proposte e idee. Sul mio sito internet personale è già attiva una lavagna interattiva per commenti e suggerimenti. Presto, ne verrà affissa anche una reale nella sezione AREA COMUNE di via Rossi”.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti