domenica 17 Gennaio 2021
Home Attualità I Comuni vesuviani ricordano Angelo Vassallo a 6 anni dalla sua uccisione

I Comuni vesuviani ricordano Angelo Vassallo a 6 anni dalla sua uccisione

Radio Antenna Uno e La Provinciaonline si sono fatti promotori della diffusione dell’invito della Fondazione Vassallo a ricordare nel sesto anniversario, la barbara uccisione del sindaco pescatore di Pollica, Angelo Vassallo, trivellato con sette colpi di pistola il 5 settembre 2010 mentre rincasava.
I simboli principali del ricordo sono la proposta di spegnere le luci nelle piazze o strade principali dei paesi aderenti all’iniziativa ed un freeze flash mob
Queste due iniziative hanno come luogo principale Peschici, dove la Fondazione Vassallo sarà impegnata in incontri e dibattiti per la “Festa della Speranza”.

I Comuni di Sant’Anastasia Ottaviano Somma Vesuviana Boscotrecase Mariglianella San Sebastiano e l’associazione Legambiente di Somma Vesuviana raccogliendo l’invito di Radio Antenna Uno La Provincia online che stanno promuovendo iniziative della Fondazione Vassallo il giorno 5 settembre alle ore 21, in segno di lutto e riflessione, spegneranno per un minuto le luci nelle piazze e nei luoghi simbolo della città “per dire no alla criminalità”. Radio Antenna Uno e La Provinciaonline si sono fatti promotori della diffusione dell’invito che arriva della Fondazione Vassallo a ricordare nel sesto anniversario il delitto di Angelo Vassallo, trivellato con sette colpi di pistola il 5 settembre 2010 mentre rincasava.
Da qui la proposta di spegnere le luci ed un freeze flash mob
Queste due iniziative hanno come luogo principale Peschici, dove la Fondazione Vassallo sarà impegnata in incontri e dibattiti per la “Festa della Speranza”.

A Ottaviano saranno spente le luci del giardino di Palazzo Mediceo, simbolo della cittadina vesuviana e presidio di legalità. Spiega il sindaco Luca Capasso: “Abbiamo raccolto l’invito di Radio Antenna Uno e de La Provincia on line, che stanno promuovendo l’iniziativa della Fondazione Vassallo. La scelta di Palazzo Mediceo non è causale: è un bene confiscato restituito alla cittadinanza ed è un luogo dove oggi viene riaffermata la legalità e la partecipazione”

- Advertisement -

A Sant’Anastasia alle ore 21,00 e per un minuto sia spenta la pubblica illuminazione di via Roma, una delle arterie principali del paese.
Il Sindaco di Sant’Anastasia, Lello Abete: “È una pagina dolorosa della storia moderna, scritta da un Sindaco in prima linea per difendere il bene comune, che ha pagato con la vita la fedeltà al mandato dei cittadini. Ho aderito con piacere e profonda commozione all’iniziativa. Il nostro paese dirà il proprio NO alla criminalità, unendosi a Peschici ed a tutte le amministrazioni, spegnendo le luci in via Roma, luogo simbolo e centrale del nostro paese”.

A Boscotrecase alle 21 saranno spente le luci del Comune e di Piazza Municipio.

Il sindaco Pietro Carotenuto: “La sera dell’apertura della campagna elettorale, nel mio intervento, davanti a centinaia di persona, dissi che il mio esempio era un uomo che diceva che lo Stato siamo noi, che sono i paesi a fare il Paese e che la vera ricchezza è il luogo in cui si vive. Quell’uomo era Angelo Vassallo, il sindaco pescatore di Pollica ucciso il 5 settembre di sei anni fa con sette colpi di pistola mentre rincasava. Come ente abbiamo aderito al freezer flash mob della Fondazione Vassallo. Alle 21 spegneremo le luci del Comune e di Piazza Municipio per 5 minuti, questo anche per chiedere che si faccia invece finalmente luce sulla sua morte. Sono passati sei anni ed è inaccettabile. Angelo merita verità e giustizia, il minimo che si possa fare per onorare la sua vita al servizio del Paese”.

A Somma Vesuviana saranno spente le luci di Piazza Vittoria Emanuele III, cuore della città e sede anche del municipio.
“Anche il Comune di Somma Vesuviana aderirà all’iniziativa in ricordo di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica ucciso brutalmente il 5 Settembre del 2010 mentre tornava a casa, vittima di un attentato probabilmente commissionato dalla camorra”, lo comunica il vicesindaco Luigi Coppola in seguito alla sua richiesta di adesione.

Hanno subito accettato l’invito anche i sindaci di Mariglianella Felice Di Maiolo, di Boscotrecase Pietro Carotenuto e di San Sebastiano Salvatore Sannino, oltre al circolo Legambiente di Somma Vesuviana.

- Advertisement -
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna".
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -
error: Contenuto protetto !!