martedì 15 Giugno 2021
HomeAttualitàConsorzio Asi Napoli aperto Hub vaccinale a Caivano

Consorzio Asi Napoli aperto Hub vaccinale a Caivano

Caivano. È a pieno regime il primo HUB della campagna vaccinale per le Attività Produttive,
interamente riservato ai dipendenti delle aziende insediate negli agglomerati ASI
della provincia di Napoli. Il Consorzio ASI di Napoli, grazie al protocollo d’intesa stipulato tra Regione Campania e Attività Produttive, e alla collaborazione con ASL Napoli2 Nord, ha
avviato l’hub vaccinale all’interno del Centro Servizi di Caivano, situato nella zona
industriale di Pascarola. Il Punto Vaccinale per le aziende è dotato di 6 postazioni con una capacità che, a pieno regime, può arrivare a somministrare oltre 300 vaccini al giorno.
La struttura, che attualmente è situata in un’ ala dello stabile ospita il centro di video
sorveglianza del progetto ASI..cura, realizzata all’inizio degli anni 2000, è stata
completamente recuperata dopo decenni di abbandono.
In poche settimane sono stati realizzati i lavori di manutenzione, acquisiti materiale
informatico e sanitario e formato il personale medico ed amministrativo.
Questo lavoro ha consentito di essere subito operativi come centro interamente aperto
a tutte le categorie produttive, dando così alle imprese dell’intero sistema ASI un
percorso dedicato per la somministrazione dei vaccini ai loro dipendenti.
Più di tremila le adesioni pervenute per la somministrazione del vaccino Johnson &
Johnson, il tutto regolarizzato attraverso un sistema di prenotazione in grado di
gestire gli appuntamenti garantendo la massima efficienza, evitando assembramenti.

“Una operazione – precisa Giosy Romano, presidente del consorzio Asi di Napoli –
che ci darà la possibilità di mettere in sicurezza i nostri lavoratori con l’auspicio di
ripartire e conoscere una nuova fase di sviluppo che passa anche e soprattutto
attraverso la sinergia istituzionale sul territorio.”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti