venerdì 25 Giugno 2021
HomeCronacaContachilometri taroccati, due le persone denunciate a S.Sebastiano

Contachilometri taroccati, due le persone denunciate a S.Sebastiano

SAN SEBASTIANO AL VESUVIO. Taroccavano i contachilometri, denunciate dai carabinieri due persone.

I carabinieri della Stazione di San Sebastiano al Vesuvio hanno denunciato due persone per tentata truffa. Gli uomini, il titolare e il dipendente di una concessionario auto, hanno esposto per la vendita dieci macchine con il contachilometri alterato ed i carabinieri hanno scoperto che il chilometraggio era inferiore a quello accertato durante l’ultima revisione: alcune auto riportavano delle variazioni di addirittura 150mila chilometri. L’attività è nata perché un carabiniere, libero dal servizio, è andato proprio da quel concessionario per comprare un’auto, ma insospettito sono scattati i controlli. I militari hanno trovato le dieci autovetture pronte per eventuali truffe. Le auto sono state sequestrate insieme a due tablet e alcuni cavi connettori probabilmente utilizzati per manomettere le centraline e i contachilometri delle autovetture.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti