lunedì 22 Luglio 2024
HomePoliticaContraddizioni politiche al PD di Torre Annunziata: capogruppo con il centro sinistra,...

Contraddizioni politiche al PD di Torre Annunziata: capogruppo con il centro sinistra, sindacalista del centro destra

La storia dei sindacati si intreccia strettamente con la politica italiana, con importanti dirigenti che hanno segnato anche il panorama parlamentare. Esponenti della CGIL CISL e UIL sono stati eletti con i partiti del centro-sinistra mentre quelli dell’UGL trovano posto nei partiti di centro-destra.

Ma è a Torre Annunziata che la situazione politica ha preso una piega inaspettata. Fabio Giorgio, dirigente dell’UGL, il sindacato vicino al centro-destra, non solo è stato candidato ma è diventato capogruppo del Partito Democratico al consiglio comunale, nonostante sia stato il terzo degli eletti e alla sua prima esperienza al consiglio comunale.

Chissà se gli organi provinciali e nazionali del Partito Democratico, che in questi giorni sono a fianco della CGIL e di Maurizio Landini per sostenere il referendum che vuole ripristinare le garanzie occupazionali venute meno con l’abrogazione dell’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori, sono al corrente di questa contraddizione. Chissà quale posizione assumerà Fabio Giorgio in consiglio comunale considerato che l’UGL sostiene l’autonomia differenziata mentre il Sindaco Corrado Cuccurullo si è sempre espresso contro il regionalismo spinto promosso dai partiti di centrodestra.

La situazione politica a Torre Annunziata evidenzia come le dinamiche locali possano sfidare le linee nazionali e aprire dibattiti all’interno dei partiti. La scelta del PD di Torre Annunziata di eleggere un dirigente dell’UGL, un sindacato vicino al centro-destra, come capogruppo, mette in luce le contraddizioni e le sfide che il partito deve affrontare a livello locale.

Una situazione già facendo discutere chi ha votato per il centrosinistra essendo all’oscuro delle dinamiche interne, spesso contraddittorie e divisive del PD, i cui dirigenti non hanno fatto convergere i loro voti sul segretario dimissionato Giuseppe Manto, colpevole di essere sostenitore della candidatura dell’indipendente Corrado Cuccurullo, risultata però poi vincente alle urne.

Sostieni la Provinciaonline

Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permettete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi. Clicca qui e aiutaci ad informare ⬇️.

Articoli recenti

Rubriche