domenica 25 Luglio 2021
HomeComunicati stampaContraffazione. Confapi jr consiglia guardia alta sui sequestri

Contraffazione. Confapi jr consiglia guardia alta sui sequestri

Napoli. Il presidente del gruppo Giovani, Di Santis: “Tutelare mercato e salute”.

«Ringraziamo il comando provinciale della guardia di finanza di Napoli per aver messo a segno tre importanti operazioni contro l’abusivismo commerciale e la contraffazione. In tempi di Covid-19, bisogna tenere alta l’attenzione sulle distorsioni del mercato e sugli agenti patogeni che possono danneggiare la filiera produttiva».

A dirlo è Massimo Di Santis, presidente del gruppo Giovani Confapi di Napoli.

«Si tratta di fenomeni che non rappresentano solo un problema di natura economico, ma anche sociale e sanitario come ben dimostrano gli esiti degli interventi di questa mattina che hanno sventato la vendita di prodotti “potenzialmente cancerogeni” destinati ai bambini», ha aggiunto Di Santis.

«Le Pmi stanno affrontando enormi difficoltà legate alla ripartenza, prime tra tutte il mancato accesso alle misure di sostegno tanto sbandierate dal Governo ma che in realtà rappresentano, per una vasta platea di imprenditori, un traguardo irraggiungibile. Lasciare che la contraffazione e l’abusivismo commerciale dilaghino, ora che il mercato è in contrazione, significa abbandonare a loro stesse le imprese», ha concluso.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti