venerdì 25 Giugno 2021
HomeAppuntamentiContro la violenza sulle donne scende in campo anche l'istituto "dè Medici"

Contro la violenza sulle donne scende in campo anche l’istituto “dè Medici”

OTTAVIANO. Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, dibattito organizzato dall’istituto “Luigi dè Medici”. L’appuntamento è fissato per domani alle 10,30 all’auditorium “Capotorto” di via Zabatta.

L’istituto superiore “Luigi dè Medici” presenta il convegno “No(A)more”, per il progetto “Love 2.0” in occasione della “Giornata mondiale contro la violenza sulle donne”. L’appuntamento è fissato per domani giovedì 28 novembre alle 10,30 nell’ auditorium “Capotorto” di via Zabatta a Ottaviano. L’incontro ha come scopo quello di sensibilizzare la platea scolastica contro la violenza sulle donne. Il dirigente scolastico Vincenzo Falco, l’assessore alla Cultura Virginia Nappo, l’assessore alle Pari Opportunità
Elena Picariello porteranno i saluti istituzionali. Al dibattito interverranno: il presidente dell’associazione Edela Roberta Beolchi,  Carmine Ammirati orfano di una vittima di femminicidio, il direttore della Provinciaonline Gabriella Bellini componente commissione Pari Opportunità dell’Ordine dei giornalisti della Campania, la criminologa Maria Rosaria Alfieri, la mediatrice familiare Odile Mannini, il presidente della cooperativa sociale Ama
Annarita Scaraglia e il tecnico d’indagine per reati di genere Licia Nocerino. Alla manifestazione parteciperà Cecilia Di Laora, ex campionessa mondiale ed attuale campionessa europea di Pankration e campagna social.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti