martedì 15 Giugno 2021
HomeAppuntamentiConvegno online “Strega 75. Narrazioni e visioni dal dopoguerra a oggi”

Convegno online “Strega 75. Narrazioni e visioni dal dopoguerra a oggi”

Roma. In occasione della LXXV edizione del Premio Strega, il convegno Strega 75. Narrazioni e visioni dal dopoguerra a oggi, a cura di Emiliano Morreale e Giorgio Nisini, sarà ospitato l’8 e 9 giugno dal Nuovo Teatro Ateneo della Sapienza Università di Roma e potrà essere seguito esclusivamente online, in diretta sul canale YouTube Sapienza CREA – Nuovo Teatro Ateneo.  A dare impulso alla realizzazione del progetto è il profondo legame che unisce il Premio Strega con il mondo del cinema e con i suoi protagonisti, che da sempre trovano nei libri, nelle parole, nella letteratura uno dei principali luoghi di formazione dell’immaginario. Numerosi saranno i temi di analisi e i livelli di lettura: da un focus sugli adattamenti cinematografici e televisivi della letteratura italiana del Novecento e contemporanea a un’analisi dedicata alle immagini del cinema nella letteratura e alla sua funzione nella formazione culturale, fino a un approfondimento delle strategie di comunicazione dei diversi linguaggi e alle questioni relative al pubblico e alle sue evoluzioni.
Tra i relatori è previsto l’intervento di studiosi (Marco Antonio Bazzocchi, Giulio Ferroni, Paola Italia, Nicoletta Maraschio, Paolo Mereghetti, Simona Micali, Elisabetta Mondello, Gino Ruozzi, Raffaella Setti, Gianluigi Simonetti), produttori ed editori (Marta Donzelli, Elda Ferri, Mario Gianani, Roberto Sessa, Tiziana Triana), registi e sceneggiatori (Saverio Costanzo, Francesca Manieri, Ludovica Rampoldi), scrittori, alcuni dei quali collaborano stabilmente con il settore dell’audiovisivo (Edoardo Albinati, Helena Janeczek, Nicola Lagioia, Dacia Maraini, Melania Mazzucco, Marco Missiroli, Francesco Piccolo, Francesca Serafini).  La RAI, media partner del Premio, seguirà il convegno con un’iniziativa speciale su Rai Movie, I film del Premio Strega, una rassegna di otto lungometraggi tratti da romanzi che hanno concorso al Premio, in programma ogni giorno da domenica 6 a sabato 12 giugno: La guerra dei cafoni di Davide Berletti e Lorenzo Conte, dall’omonimo romanzo di Carlo D’Amicis; Rocco e i suoi fratelli di Luchino Visconti, da Il ponte della Ghisolfa di Giovanni Testori; Le amiche di Michelangelo Antonioni, tratto da Tra donne sole, terzo romanzo della raccolta La bella estate di Cesare Pavese; La lunga notte del ’43 di Florestano Vancini, da Le cinque storie ferraresi di Giorgio Bassani; La ragazza di Bube di Luigi Comencini, dall’omonimo romanzo di Carlo Cassola; A ciascuno il suo di Elio Petri, dall’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia; Il nome della rosa di Jean-Jacques Annaud, dall’omonimo romanzo di Umberto Eco; Caos calmo di Antonello Grimaldi, dall’omonimo romanzo di Sandro Veronesi. Il convegno Strega 75. Narrazioni e visioni dal dopoguerra a oggi è organizzato, con il patrocinio del Ministero della Cultura, dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci in collaborazione con Roma Lazio Film Commission e con Sapienza CREA – Nuovo Teatro Ateneo, e con il patrocinio del Dipartimento di Lettere e Culture moderne della Sapienza Università di Roma.
Il Premio Strega è promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Strega Alberti Benevento, con il contributo della Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con BPER Banca. Si avvale della media partnership di RAI. Sponsor tecnico, IBS.it.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti