domenica 31 Maggio 2020
Home Politica Coranavirus. Rischio focolaio in una casa di riposo, avviato il trasferimento

Coranavirus. Rischio focolaio in una casa di riposo, avviato il trasferimento

NAPOLI. La vicenda della casa-alloggio Dimora Flegrea – La Casa di Mela, un residenza privata per anziani non assistenziale e non convenzionata, sta vivendo momenti drammatici a causa dell’emergenza Covid-19 ed ha sconvolto l’intero quartiere della X Municipalita,
La residenza ospita circa 40 anziani, e dopo i sintomi allarmanti di un 91 enne, qualche giorno fa, e l’intervento immediato del 118, è stata posta sotto controllo secondo i protocolli covid dalla Asl Napoli 1.
I tamponi effettuati a tutti gli anziani alloggiati ed al personale, hanno già rilevato la presenza di 23 positivi.

Stamattina la NAPOLI 1 appurata l’inadeguatezza delle condizione igienico sanitarie della casa alloggio anche in presenza di positivi, ha disposto ordinanza di sgombro della struttura.
Una task force del 118 in sinergia con il Distretto Sanitario 25 e l’Unità Operativa di Prevenzione Collettiva, già è attiva ed ha il compito di aggiornare il quadro clinico dei singoli pazienti che, a seconda delle esigenze, saranno trasferiti nelle strutture più appropriate, Loreto mare o altra struttura covid per i positivi, in altre strutture più appropriate di riferimento della Napoli 1 gli altri anziani presenti.

- Advertisement -

“Soni state ore concitate e di impegno intenso e continueranno ad esserlo per la task force e il distretto 25.

Una battaglia per la cura, cosi la chiamerei. In un momento così drammatico per salvare vite ed evitare focolai, devo ringraziare il Direttore Generale Asl 1 Verdoliva e il Direttore del Distretto 25, Spinosa che non hanno mai lasciata sola la struttura ed hanno disposto tutte le misure necessarie per evitare una situazione ad alto rischio per gli anziani, ma anche di grande preoccupazione per il quartiere” commenta Enza Amato Consigliere regionale (PD), che ha seguito e sta seguendo la vicenda dal primo momento.

“Ora ci vuole grande senso di responsabilità da parte di quanti hanno avuto contatti con gli anziani e sono stati nella struttura nell’ultimo periodo affinché lo comunichino ai medici di base per la richiesta del tampone rispettando le ordinanze nazionali e regionali di isolamento precauzionale.” conclude la consigliera Amato.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

LUXURY VILLA EXCELSIOR: PARCO RIAPRE NEL SOGNO DI UN’ESTATE CAPRESE

L'hotel ad oggi al primo posto della classifica nazionale e locale TripAdvisor,riparte all’insegna dell’ecosostenibilità e dell’esclusività dei suoi servizi, Tenendo d’occhio alla sicurezzal’isola di...

Sport Centro Ester, mercoledì si riparte in sicurezza con tante novità

Il presidente Pasquale Corvino: "Piscina ristrutturata, al via anche lo spinning". Ricominciano le attività sportive del Centro Ester. La blasonata polisportiva della zona Est riparte...

Maxi discarica alle spalle del Comune: scoperta dai carabinieri

Foto immagine di repertorio San Vitaliano. Un'area di 500 metri quadrati adibita a discarica abusiva é stata scoperta alle spalle del Comune. A scovarla...

Covid. Un albero per ogni napoletano deceduto, la proposta di Simeone

NAPOLI. La proposta è stata inoltrata oggi dal Consigliere comunale Nino Simeone al sindaco di Napoli Luigi de Magistris e all'assesore al Verde Luigi...

Al Maschio Angioino la mostra “Spiritus Mundi”

NAPOLI. Spiritus Mundi è il titolo della doppia personale di Hermann Josef Runggaldier e Mario Ciaramella esposta dal 2 giugno al 22 luglio 2020 presso la Cappella Palatina del Maschio Angioino di Napoli. La...
- Advertisment -