sabato 4 Dicembre 2021
HomeAttualitàCorecom Campania, il presidente Mimmo Falco : "A lavoro per tutelare i...

Corecom Campania, il presidente Mimmo Falco : “A lavoro per tutelare i cittadini”

Egea - Black Friday

NAPOLI. Domenico Falco, vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, leader del Movimento Unitario Giornalisti, è il presidente del Corecom Campania.

 

Di cosa si occupa il Corecom Campania?

La Corecom è una autorità indipendente istituita in tutte le regioni d’Italia ed è un organo di diretta dipendenza del consiglio regionale della Campania. Esso ha come scopo, tra gli altri, quello di avere un rapporto con le compagnie telefoniche per quanto concerne le varie vertenze che si possono verificare tra gli utenti. Un altro obiettivo  è il controllo della rete contro fenomeni di bullismo e cyberbullismo. Interessante è il discorso relativo alle telecomunicazioni, televisioni e radio. Abbiamo un osservatorio che cerca di guardare attentamente quali sono le infrazioni che le emittenti locali possono compiere riguardo pubblicità ingannevoli o addirittura relative al  superamento del tetto di pubblicità. Devo ringraziare tutti i dipendenti del Corecom Campania, in modo particolare la Dottoressa Fragna e la Dottoressa Giovenco per il modo con cui stanno collaborando nel rilanciare le attività del Corecom.

Senz’altro la conciliazione ha un ruolo importante. Quante controversie sono state risolte da inizio anno?

Abbiamo avuto un incremento di lavoro signifcativo nella soluzione delle controversie con le compagnie telefoniche. Siamo quasi al di sopra della media nazionale, questo è un problema che dobbiamo cercare di comprendere e capire per evitare di incappare nei cosiddetti seriali, ossia gruppi di persone che si organizzano, anche con professionisti, ed in continuazione fanno denuncie ed esposti contro le compagnie telefoniche.

In cosa consiste l’attività di vigilanza del Corecom?

Come ho accennato prima, bisogna vigilare su una corretta informazione, ossia pubblicità ingannevole o pubblicità che possa danneggiare il genere. Attenta sorveglianza sulle pubblicità, che abbraccia la tutela dei minori e di genere. La tutela dei minori ha un ruolo centrale nel ventaglio di attività portato avanti dal Corecom Campania. Faremo una manifestazione per insegnare ai bambini che non devono sottomettersi ad atti di bullismo. Le istituzioni sono vicine a questi ragazzi per dare loro la possibilità di essere protagonisti del loro tempo, il nostro obiettivo è sensibilizzare questo tema.

La corretta informazione è senz’altro uno degli obiettivi del Corecom, come si contrastano le Fake News?

Questo è un argomento centrale per il Corecom. Anche con la carta stampata o con le televisioni ci poteva essere una notizia sbagliata o falsa, quello che preoccupa con l’avvento di internet e della rete è la sostanziale irreversibilità della notizia falsa. Questo è un problema transnazionale, basti pensare che alcune fake news potrebbero riguardare i mercati finanziari e determinare il panico. In Campania abbiamo una serie di attività, messe in campo dall’Agcom e dalla Polizia di Stato, per cercare di contrastare il fenomeno delle fake news. Per ora la conoscenza e l’istruzione di coloro che utilizzano il mezzo è l’unico modo per contrastare le fake news. A riguardo è quindi fondamentale la cultura, l’istruzione, un rapporto con le scuole, con la società e soprattutto bisogna immediatamente verificare le fonti. Diviene importante rapportarci alle grandi testate nazionali, alle agenzie di stampa nazionali, a coloro che hanno un passato  ed una professionalità nel settore.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti