martedì 18 Gennaio 2022
HomeCronacaCriminalità a Sant'Anastasia, il sindaco Abete: "Lettera in Prefettura"

Criminalità a Sant’Anastasia, il sindaco Abete: “Lettera in Prefettura”

SANT’ANASTASIA. Il sindaco Lello Abete, dopo i recenti fatti di cronaca, spiega alla cittadinanza quello che sta facendo per contrastare i fenomeni di criminalità, che sembrano aumentare non solo sul territorio anastasiano ma in tutto l’ hinterland vesuviano.

Dopo i crescenti atti illeciti che si stanno verificando sul territorio anastasiano, il sindaco Lello Abete spiega come sta operando per contrastare questi fenomeni, specifica naturalmente che l’aumento degli episodi di criminalità non riguardano solo Sant’Anastasia, ma tutto l’hinterland vesuviano. “Ringrazio i carabinieri per il lavoro che svolgono quotidianamente per il ripristino della legalità, spero che con la nuova caserma, un’intera struttura messa a disposizione dal Comune, si possano incrementare le unità operative” il primo cittadino continua: ” insieme all’assessore Bruno Beneduce abbiamo redatto una lettera, indirizzata alla Prefettura e alla Questura, per richiedere una maggiore attenzione per il nostro territorio”. Conclude poi con un messaggio rivolto alla cittadinanza: “L’amministrazione sta ponendo in essere tutte le forze necessarie per contrastare la criminalità”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti