lunedì 26 Settembre 2022
HomePoliticaCrisi economica, il Comune promuove l'Affido familiare

Crisi economica, il Comune promuove l’Affido familiare

VOLLA. Crisi economica e sociale, il Comune promuove l’Affido familiare. Può apparire anacronistico, in tempi di forte crisi economica, proporre la politica dell’affido familiare ma è proprio questo, la crisi economica, uno dei motivi principali che ha spinto l’amministrazione comunale, l’assessorato alle Politiche sociali, in particolare, a promuovere e sensibilizzare i cittadini.

“In un momento di crisi economica e sociale  che attraversiamo – dice l’assessore alle Politiche sociali, Simona Mauriello, nonché vicesindaco – aumentano sempre più le situazioni familiari difficili da gestire, per cui – spiega – quello dell’affido familiare è una risposta concreta di supporto e accoglienza a bambini e adolescenti che necessitano di un contesto alternativo a quello familiare.  Questo tipo di accoglienza è un’esperienza temporanea, che possono fare persone singole o in coppia, per poche ore o con un impegno più costante e a lungo termine”. L’Istituto dell’Affido è uno strumento di solidarietà sociale che fornisce una risposta immediata e concreta ai bambini e agli adolescenti che aspettano un aiuto, dal momento che i loro genitori stanno attraversando un momento di difficoltà. “Pertanto – conclude – credo che sia fondamentale sensibilizzare la cittadinanza al tema dell’accoglienza, suscitando l’interesse a intraprendere tale esperienza”. Per questo motivo l’assessore (con lei anche  Gemma Tuccillo, magistrato del Tribunale dei Minori e la presidente Unicef, Margherita Dini Ciacci), ha avuto in primo incontro informativo nei giorni scorsi con diverse coppie, anche donne single alle quali iniziare a parlare del progetto dell’Affido.

 

fonte: di Patrizia Panico de Il Mattino aera sud-costiera

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti