venerdì 3 Luglio 2020
Home Attualità Cura del verde pubblico, Premio Green Care al CSI Gaiola

Cura del verde pubblico, Premio Green Care al CSI Gaiola

NAPOLI. Al CSI Gaiola Onlus il Premio GreenCare per la difesa e la cura del verde pubblico
La macchia mediterranea esplode negli spazi esterni del Centro Ricerca e Divulgazione Scientifica del Parco.

Il Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus ha ricevuto il Premio GreenCare per la difesa e la cura del verde pubblico, poiché: “L’area del Parco sommerso della Gaiola e del Pausilypon, sottratta dopo un trentennio al degrado all’abbandono, è stata restituita nel 2010 alla comunità grazie ad un progetto di valorizzazione del CSI Gaiola onlus che rappresenta un esempio interessante e riuscito di dialogo tra natura, paesaggio e archeologia – così come si legge nella motivazione letta da una splendida Gea Martire nell’affollatissima sala conferenze dell’Unione Indistriali di Napoli – la componente botanica, che ripropone nell’area della Villa le associazioni, i colori, i profumi della macchia mediterranea, partecipa al progetto culturale complessivo e contribuisce a raccontare un paesaggio in continua evoluzione consegnatoci dalla storia e ci consente di riconoscere il suo significato culturale, scientifico, didattico e divulgativo.” A ritirare il premio, ieri sera,sono stati il presidente Maurizio Simeone e la naturalista e botanica Paola Masucci, colei che con amore e dedizione ha ridato vita alle aiuole che circondano il CeRD del Parco. “Grazie a tutti e un grazie speciale a Benedetta de Falco, instancabile motore dell’iniziativa – ha affermato Simeone – questo premio davvero ci onora e ci ripaga per i tanti sforzi svolti in questi anni per restituire un pò di dignità e decoro ad uno dei luoghi più belli della nostra Città, per troppo tempo dimenticato ed offeso.” Grato e commosso Simeone ha aggiunto: “E’ veramente un onore essere tra i premiati dell’Edizione 2019 del prestigioso Premio GreenCare per la difesa e la cura del verde pubblico. La nostra attività di tutela ambientale e riqualificazione territoriale è sempre stata legata nell’immaginario collettivo alla tutela dell’ambiente marino, pochi in questi anni hanno colto l’importanza ed il sacrificio del recupero del verde dell’ambiente terrestre.” Mentre Masucci ha spiegato: “ Il piccolo giardino botanico presente oggi negli spazi esterni del Centro Ricerca e Divulgazione Scientifica del Parco, è sorto all’interno di aiuole che erano state trasformate, negli anni bui dell’abbandono, in discariche di rifiuti e materiale edile: chi si occupa di giardinaggio e di botanica sa che il recupero di uno spazio verde è un lavoro che impiega anni prima che le piante messe a dimora si possano acclimatare ed iniziare il loro percorso di crescita e fioritura.” Oggi dove c’era una spianata di terra arida, sabbia e rifiuti edili, esplodono ogni primavera i colori della macchia mediterranea e tanti visitatori e scolaresche si fermano ad osservarli e ad imparare. Imparare innanzitutto che anche le piante di macchia e scogliera fanno parte in qualche modo dell’ambiente marino, e che dividere in maniera netta il mare dalla terra non ha senso, la fascia costiera è un sistema integrato, che vive di scambi e interazioni profonde tra il sopra ed il sotto.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Controlli dei carabinieri per la sicurezza sui cantieri, 3 persone denunciate

Poggiomarino. I carabinieri della Stazione di Poggiomarino e del Nucleo Operativo del Comando carabinieri per la tutela del lavoro, hanno denunciato 3 titolari di...

Un 32enne arrestato con un complice per tentato omicidio

Grumo Nevano. I carabinieri della Stazione di Grumo Nevano hanno arrestato questa notte - su disposizione del Tribunale di Napoli Nord a seguito della...

Nola. In una discarica abusiva la guardia di finanza sequestra 65 tonnellate di rifiuti

NOLA. Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sottoposto a sequestro nel nolano 65 tonnellate di rifiuti. In particolare, i finanzieri del...

S.Giuseppe. Il sindaco Catapano indagato per abuso d’ufficio

SAN GIUSEPPE VESUVIANO. La notizia è stata riportata dal quotidiano Metropolis. E' bufera nel Comune di San Giuseppe Vesuviano, il sindaco Vincenzo Catapano sarebbe indagato...

Due nuove “palestre” all’aperto per i cittadini, Simonetti: “Sport per tutti” FOTO

OTTAVIANO. "Lo sport per rafforzare l'aggregazione sociale", con questo obiettivo l'amministrazione comunale di Ottaviano ha finito oggi di installare la seconda "palestra" all'aperto in...
- Advertisment -