sabato 4 Dicembre 2021
HomeCronaca"Dammi i soldi e fai il bravo", colpo da 25mila euro, rapinato...

“Dammi i soldi e fai il bravo”, colpo da 25mila euro, rapinato titolare di un bar

Egea - Black Friday

VOLLA. “Dammi il borsello e non fare nulla che non ti succede niente se fai il bravo”, gli ammonisce il rapinatore armato. Rapina col “filo di banca”: colpo da 25mila euro ai danni di un titolare di un bar.

La vittima rapinata della consistente cifra è il titolare di un noto bar in via Grimm, nel quartiere di Ponticelli, giusto ai confini con il territorio di Volla. Questi era uscito, ieri in tarda mattinata, dal suo locale poco prima della chiusura per depositare l’incasso settimanale in banca nella vicina Volla. Giunto in via Ovidio ha avuto il tempo di parcheggiare la sua auto nel viale e avvicinarsi alla filiale dell’istituto di credito, Banca Carime, in via Rossi, per entrare quando è stato avvicinato e circondato da quattro uomini a bordo di due scooter Honda Sh. I quattro indossavano tutti il casco con copertura integrale e, tra questi, uno di loro era armato di pistola. “Dammi il borsello e non fare nulla che ti succede niente se fai il bravo”, gli ammonisce la voce amplificata dalla copertura del casco del rapinatore armato. La rapina si è consumata in pochissimi istanti, terrorizzata la vittima alla vista di quell’arma puntatagli dritta in faccia – e, forse, anche dal ricordo delle ultime vicende di sangue nel Napoletano che hanno visto la morte di un giovane ucraino, Anatolij Korol, morto proprio nel tentativo di voler sventare una rapina in un supermercato a Castello di Cisterna sabato sera – il titolare del bar si è liberato della tracollina che portava sotto il braccio e l’ha immediatamente consegnata ai quattro delinquenti. Questi ultimi, facendosi anche una risata sono poi fuggiti via velocemente sui “loro” scooter, molto probabilmente senza assicurazione e proventi di un furto, ritornando dalla stessa direzione dalla quale proveniva la vittima rapinata, ovvero il vicinissimo quartiere di Ponticelli. A quel punto il titolare del bar ripresosi dallo choc è ritornato verso la sua auto e si è diretto nella stazione dei carabinieri di Volla dove ha subito sporto denuncia della rapina appena subita. Le indagini sono partite immediate, i militari dell’arma hanno preso subito possesso dei filmati del sistema a circuito chiuso delle telecamere presenti all’interno e all’esterno della banca e di altre installate lungo la zona.

E al vaglio dei carabinieri ci sono anche i filmati di un altro colpo messo a segno a Volla, l’altro mattina, verso le 5, in un negozio in via De Filippo. I ladri questa volta hanno scassinato il centro scommesse Machtpoint che si trova nel cuore di una zona residenziale. Dopo aver forzato la saracinesca con un piede di porco e altri attrezzi, si sono introdotti nel locale dove hanno fatto razzia del denaro contenuto nella cassa, poco più di 200 euro, hanno scassinato un distributore cambia monete, contenente alcune centinaia di euro e, infine, prima di dileguarsi, i ladri hanno portato via un televisore schermo maxi Samsung.

 

di Patrizia Panico – fonte Il Mattino area sud-costiera

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti