mercoledì 28 Luglio 2021
HomePoliticaD'Avino: "Ecco l'impegno dell'Amministrazione Di Sarno per le scuole"

D’Avino: “Ecco l’impegno dell’Amministrazione Di Sarno per le scuole”

SOMMA VESUVIANA. Il leader della minoranza Celeste Allocca riprende un vecchio manifesto di Svolta Popolare firmato da Salvatore Di Sarno, l’attuale sindaco, quando era consigliere comunale pensando di cogliere così in fallo il primo cittadino sulla sicurezza nelle scuole. Ma alla luce dei fatti ha, invece, fornito un assist al capogruppo di Svolta Popolare, Sergio D’Avino, che ripercorrendo quel manifesto ha replicato punto per punto e fatto chiarezza sull’impegno dell’attuale Amministrazione rispetto le strutture scolastiche.
Se da una parte Allocca scrive: “C’era una volta #APRILE2016, nemmeno troppi anni fa, un consigliere di opposizione che a gran voce e con manifesti pubblici chiedeva più attenzione e più sicurezza per le scuole a Somma Vesuviana. Oggi quel consigliere siede sulla poltrona (scomodissima, siamo i primi a dirlo) di sindaco e lascia le scuole ed il mondo dell’istruzione sommese senza un assessore, senza una guida, senza un punto di riferimento. E tutti vissero #infelici e #scontenti”.
Su Facebook commenta Allocca e sul popolare social ha risposto D’Avino.
“Ho letto qualche considerazione fatta su Facebook da illustri rappresentanti della minoranza consiliare”, ha scritto D’Avino, “Considerazioni che meritano una riflessione perché le trovo errate. Scusatemi se ruberó qualche minuto del vostro tempo, ma credo che i cittadini debbano sapere, su certi argomenti, delicati come stanno le cose.Sin dall’insediamento ci siamo attivati per rendere sicure le scuole, un lavoro certosino che non veniva fatto da decenni. Stiamo completando la verifica di vulnerabilità sismica per ogni plesso.
Stiamo completando le certificazioni di messa in sicurezza delle strutture e certificati prevenzione incendi, stesso discorso per le caldaie. Per quanto riguarda sedie e banchi, ad ogni scuola, viene fatta esplicita richiesta a fine anno scolastico per essere sicuri che a settembre non manchi nulla e per non sprecare soldi sistemiamo quelle in possesso che sono ancora pienamente utilizzabili.
Per quanto riguarda la derattizzazione e la disinfestazione proprio ieri il sindaco ha reso noto di aver rinnovato l’incarico (assegnato proprio dopo il nostro insediamento) che prevede un intervento mensile in ogni plesso per garantire la massima sicurezza dei bambini. Non siamo attrezzati per i miracoli, ma partire da zero e ritrovarsi con questi risultati in 18 mesi non è poco. Va tutto bene e dico andrebbe sicuramente meglio se alcuni consiglieri invece di fare show su Facebook si dessero un po’ da fare per coloro che li hanno scelti come consiglieri. Il bene comune è di tutti, anche di coloro che invece di dare idee o portate proposte portano sconforto e una politica vecchia e obsoleta. Riguardo poi la delega alla Scuola, per ora l’ha mantenuta il sindaco ed oggi più che mai è in buone mani perché è sempre in prima linea con massima attenzione per le problematiche dei giovani e della scuola. Vorrei ricordare a chi è poco attento che il “mondo della scuola” cade a pezzi da molti anni e non dal 2015, ma dobbiamo rammentare a questi consiglieri che parlano di etica e moralità dal 2014 al 2017 quando erano in maggioranza da 0 a 100 hanno fatto 0″. E chiude la sua considerazione invitando al dialogo e alla collaborazione per un bene superiore: il bene di Somma Vesuviana.
“Senza nessuna polemica”, conclude il capogruppo di Svolta, “alcuna concludo che per il bene di Somma, se è vero che la si ama, diamoci da fare con concretezza senza se e senza ma, il sindaco e la sua Amministrazione sono “aperti” a qualsiasi confronto per il bene vero dei sommesi e per la SVOLTA della nostra città”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti