venerdì 23 Aprile 2021
HomePoliticaD'Avino: "Mentre lavoriamo per Somma, l'opposizione ferma alla sconfitta"

D’Avino: “Mentre lavoriamo per Somma, l’opposizione ferma alla sconfitta”

SOMMA VESUVIANA. E’ stato un weekend “caldo” a Somma Vesuviana, polemiche su polemiche, video, manifesti, accuse. A cercare di riportare la discussione politica su argomenti reali e propositivi ci pensa il capogruppo di “Svolta Popolare” Sergio D’Avino che in un post sul suo profilo ufficiale di Facebook scrive: “È sotto gli occhi di tutti che alcuni consiglieri di minoranza sono ancora sotto shock seppur sia passato un anno, e più, dalla loro sconfitta” e aggiunge: “Credo che la politica non sia per tutti: per essere rappresentanti del popolo c’è bisogno di umiltà e serietà. Screditare attraverso post e manifesti è inefficiente, dimostrano soltanto pochezza di argomentazioni, ma soprattutto arrecano danno alla comunità. Si appellano a qualsiasi cosa pur di dire “ci sono”, mai un confronto serio e costruttivo per la crescita della nostra Somma. Parlano e sparlano, molto spesso a sproposito. Cari Consiglieri o Consigliori per il Bene della Città agite diversamente datevi una svolta e in tutta coscienza. Fatelo un manifesto, elencate le cose che avete prodotto governando negli anni addietro cosa avete veramente fatto per la Città. Il FLOP l’avete fatto VOI e non certo l’Amministrazione Di Sarno”.E poi riporta l’attenzione sul centro storico della città, anche quello troppo maltrattato negli ultimi tempi e spesso “sfruttato” per un ritorno di immagine da chi, magari, nel borgo antico non ci mette mai piede. L’amministrazione guidata dal sindaco Salvatore Di Sarno, invece, ha chiesto per il centro antico un finanziamento di 989.530,51 mila euro per la “Messa in sicurezza del quartiere Casamale mediante mitigazione del rischio idrogeologico”. “Vi riempite la bocca del Casamale”, aggiunge il massimo esponente della lista civica che fin dal principio ha sostenuto Di Sarno accompagnandolo alla vittoria elettorale nel giugno 2017. “Ma fino ad un anno fa dove eravate? (rivolgendosi agli esponenti dell’opposizione, ndr) Noi fin dall’insediamento abbiamo deciso di cominciare il nostro operato proprio dal Casamale ritenendo che a livello sociale, culturale e turistico ha un grande potenziale economico utile per la città e per i casamalisti stessi, un fiore all’occhiello per la Città. Abbiamo subito acceso i riflettori per far capire ai cittadini che il Casamale rappresenta per noi una questione importante. Improvvisamente una parte della minoranza, già presente in precedenza, ha scoperto l’amore per il Casamale. Se si ama Somma bisogna amarla tutta e quindi Rione Trieste, l’area mercato, le periferie a valle, il Cimitero per il quale a breve partirà la gara per i loculi (già predisposta dall’ufficio competente) e intanto si è già provveduto ai lavori per restituire decoro ai viali, agli alberi e alla chiesa che é stata messa a nuovo e da gennaio/febbraio partiranno i lavori dell’illuminazione pubblica. Noi dell’Amministrazione Di Sarno stiamo facendo, e faremo, sempre del nostro meglio per ridare dignità ai sommesi e lo faremo sempre a testa alta e con dignità”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti