mercoledì 28 Settembre 2022
HomePoliticaDe Luca attacca Meloni sui vaccini: "Una posizione pericolosa, irresponsabilità totale"

De Luca attacca Meloni sui vaccini: “Una posizione pericolosa, irresponsabilità totale”

NAPOLI – Giorgia Meloni ha “una posizione pericolosa sulla vaccinazione, sostenendo che ognuno possa fare come vuole. Se avessimo seguito questa linea in Campania ci sarebbero stati migliaia di morti, una posizione di irresponsabilità totale”.

Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nella sua diretta social del venerdì. Per l’esponente dem la leader FdI mostra “uno sdoppiamento di personalità e comunicazione. Spot e manifesti rassicuranti, immagine alla Marilyn Monroe, nei territori aggressività e falsificazione di dati, sembra la sora Cecioni di Franca Valeri.
Ho conosciuto tanti esponenti della destra storica, come l’ex presidente della Regione Antonio Rastrelli che era un galantuomo. Invece quello che ha detto Meloni sulla sanità campana è vergognoso”.
Altra accusa di De Luca, quella sul presidenzialismo: “Propone di riformare lo Stato da sola. Le istituzioni andrebbero sì cambiate in profondità, ma non si possono affrontare questi temi facendo demagogia. Almeno di recente è uscita al naturale, con il suo volto vero: consiglierei ai cittadini di fare attenzione, in Italia abbiamo infatuazioni ogni tanto per qualcuno, poi dopo qualche mese si sgonfiano i palloncini”.
Poi nel mirino finisce Calenda: “Non ha voluto fare una coalizione credibile perché c’era Fratoianni, prima aveva detto di no ai Cinquestelle, ora ipotizza un governo di unità nazionale dove ci sarebbero tutti”. In definitiva, per il governatore si chiude “la campagna elettorale più sgangherata che io abbia visto. Una legge elettorale demenziale che obbliga a coalizioni più o meno coerenti. Demenziale anche la riduzione dei parlamentari avvenuta in un clima di totale demagogia. Il risultato è che nove volte su 10 oggi nei collegi i cittadini non conoscono affatto i candidati”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti