martedì 31 Gennaio 2023
HomeAttualitàDefibrillatori al Comune di Poggiomarino: benessere e prevenzione in prima linea!

Defibrillatori al Comune di Poggiomarino: benessere e prevenzione in prima linea!

Poggiomarino. Il Comune di Poggiomarino ha intrapreso un percorso “a misura di cittadino” investendo in sicurezza, con l’installazione di nuove postazioni salvavita.

Si è scelto come prima location, il suggestivo Parco della Longola.

In seguito ai ritrovamenti di resti ceramici, faunistici e lignei, di epoca protostorica (2000–1750 a.C.) la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei predispose immediatamente la verifica di interesse archeologico: lo scavo mise alla luce alcune capanne di un villaggio risalente al VI sec. a.C.

Questa eccezionale scoperta ha permesso, nel 2018, di creare il Parco Archeo-Fluviale di Longola che ospita la ricostruzione di alcune capanne del villaggio fluviale e un’area per il birdwatching.

 

Diventare un comune cardioprotetto significa apprendere il vero significato di “qualità della vita sociale” e farlo proprio.

Il Comune di Poggiomarino, in provincia di Napoli, poco più di 20.000 abitanti, possiede un’amministrazione a dir poco esemplare. Da qualche anno, infatti, hanno intrapreso un percorso “a misura di cittadino” investendo in attività sociali.

In particolare, si sono concentrati sullo sviluppo del territorio, rendendolo fruibile da tutti e potenziandolo per ciò che concerne le strutture sportive, anche quelle a cielo aperto.

Infatti, a ridosso del mercato rionale, è stata creata un’area fitness. L’ampio spazio è, adesso, dotato di defibrillatore semiautomatico esterno.

L’assessore Maria Carillo ha immediatamente accolto con soddisfazione la scelta di installare i defibrillatori nelle zone con più concentrazione di abitanti.

“Mi occupo di diversi settori: Disabilità, Sport, Politiche sociali e Servizi alla persona, Politiche sanitarie, Politiche giovanili, Servizio Civile, Edilizia scolastica, Pubblica istruzione e cultura, per finire con il coordinamento del Parco Longola.
La consapevolezza che, da oggi, le attività legate a questi settori possano contare su strumenti così efficaci, non può che rendermi orgogliosa”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti