mercoledì 5 Ottobre 2022
HomeEconomiaDema, Terracciano (Fim Cisl Napoli): Ok alla riorganizzazione

Dema, Terracciano (Fim Cisl Napoli): Ok alla riorganizzazione

Vertenza Dema, Giuseppe Terracciano, Fim Cisl Napoli: Una riorganizzazione per stare sui mercati globali.

La presentazione del piano di riorganizzazione della Dema importante fornitore di componenti dei velivoli del settore aereonautico con l’aggiunta di un ulteriore Amministratore Delegato con delega alle Operations, proveniente dal mondo Alenia Aermacchi con grande esperienza, è un segnale positivo per i mercati finanziari, per i committenti e per le Organizzazioni Sindacali.

La Dema ha  voluto mandare chiaro il segnale della svolta nel rendere il gruppo più forte per competere sui mercati globali e concorrere al rafforzamento  della Società, che ha visto una Azienda in forte difficoltà, in crisi, di liquidità e soprattutto di competizione, al punto che è stato necessario ricorrere al piano di eccedenza trasformato in Cigs.

Un segnale quindi di forte discontinuità, quello lanciato ieri, che ha sancito la volontà del management  a partire dal Presidente dott. Starace di proseguire sulla via del Rilancio e del consolidamento del gruppo interagendo con i committenti.

Un reset della situazione che azzera le vecchie vicende e rimette l’Azienda nella condizione di ripartire senza il peso della zavorra che l’ ha frenato negli ultimi tempi e mette in sicurezza i lavoratori che pure hanno dovuto subire pesanti sacrifici.

Come Fim di Napoli apprezziamo lo sforzo degli azionisti che hanno costruito le condizioni per avviare una nuova marcia, ricollocando la Società sul mercato, riconfermando il nome ed il prestigio guadagnato in anni di proficuo e apprezzato lavoro, e daremo sicuramente il nostro contributo per favorire questo cammino. Sapendo che per noi della Fim Cisl , la priorità è  valorizzare  le opportunità di lavoro per  consolidare e far crescere  i siti partenopei con l’ingegnerizzazione ed reparti produttivi.

Come Fim Cisl di Napoli unitamente alla Rsu,  abbiamo evidenziato che occorre irrobustire la partecipazione del sindacato e dei lavoratori alla vita dell’impresa a partire dai delegati, condizione necessaria per il raggiungimento  degli obiettivi di competitività,  Produttivi e  qualitativi, favorendo l’efficientamento dell’intero sistema industriale.

La Fim con la Rsu e le altre OOSS è impegnata a monitorare lo sviluppo delle tappe industriali.

La presentazione del piano di riorganizzazione della Dema importante fornitore di componenti dei veivoli del settore aereonautico con l’aggiunta di un ulteriore Amministratore Delegato con delega alle Operations   proveniente dal mondo Alenia Aermacchi con grande esperienza  è un segnale positivo per i mercati finanziari, per i committenti e per le Organizzazioni Sindacali.

La Dema ha  voluto mandare chiaro il segnale della svolta nel rendere il gruppo più forte per competere sui mercati globali e concorrere al rafforzamento  della Società, che ha visto una Azienda in forte difficoltà, in crisi, di liquidità e soprattutto di competizione, al punto che è stato necessario ricorrere al piano di eccedenza trasformato in Cigs.

Un segnale quindi di forte discontinuità, quello lanciato ieri, che ha sancito la volontà del management  a partire dal Presidente dott. Starace di proseguire sulla via del Rilancio e del consolidamento del gruppo interagendo con i committenti.

Un reset della situazione che azzera le vecchie vicende e rimette l’Azienda nella condizione di ripartire senza il peso della zavorra che l’ ha frenato negli ultimi tempi e mette in sicurezza i lavoratori che pure hanno dovuto subire pesanti sacrifici.

Come Fim di Napoli apprezziamo lo sforzo degli azionisti che hanno costruito le condizioni per avviare una nuova marcia, ricollocando la Società sul mercato, riconfermando il nome ed il prestigio guadagnato in anni di proficuo e apprezzato lavoro, e daremo sicuramente il nostro contributo per favorire questo cammino. Sapendo che per noi della Fim Cisl , la priorità è  valorizzare  le opportunità di lavoro per  consolidare e far crescere  i siti partenopei con l’ingegnerizzazione ed reparti produttivi.

Come Fim Cisl di Napoli unitamente alla Rsu,  abbiamo evidenziato che occorre irrobustire la partecipazione del sindacato e dei lavoratori alla vita dell’impresa a partire dai delegati, condizione necessaria per il raggiungimento  degli obiettivi di competitività,  Produttivi e  qualitativi, favorendo l’efficientamento dell’intero sistema industriale.

La Fim con la Rsu e le altre Organizzazioni sindacali è impegnata a monitorare lo sviluppo delle tappe industriali.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti