domenica 26 Settembre 2021
HomeAttualitàDisservizi idrici a Somma. Il sindaco scrive a Gori e Procura

Disservizi idrici a Somma. Il sindaco scrive a Gori e Procura

SOMMA VESUVIANA. Lo aveva annunciato domenica ai cittadini e oggi lo ha fatto. Il sindaco di Somma Vesuviana Pasquale Piccolo ha inviato una missiva alla Gori e alla procura sui gravi disservizi idrici che hanno interessato la città sabato per l’intera giornata, scatenando la rabbia dei cittadini.

Oggi la lettera che lo stesso Piccolo rende pubblica sui social.
Di seguito il testo.

“Il sottoscritto avvocato Pasquale Piccolo nella qualità di Sindaco del Comune di Somma Vesuviana chiede di essere informato in merito alla improvvisa e duratura sospensione della normale erogazione idrica in gran parte del territorio comunale nel pomeriggio del 27 giugno 2015. Poiché siffatta interruzione non è stata preceduta da alcuna comunicazione alle autorità competenti, né tantomeno la popolazione, la qualcosa determinato l’insorgere di comprensibili proteste da parte di numerosi cittadini ed i titolari di attività commerciali, che hanno lamentato di aver subito gravi pregiudizi, il sottoscritto, nella spiegata qualità, sollecita ogni chiarimento in merito inconvenienti verificatisi, le proteste dei cittadini e dei commercianti sono state rivolte anche alla amministrazione comunale, la quale, come già detto innanzi nulla mai saputo delle decisioni adottate dalla Gori Spa. La presente missiva viene trasmessa anche al signor procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Nola, affinchè, effettuati gli opportuni accertamenti, verifichi se i fatti innanzi riassunti contengano risvolti penalmente rilevanti, atteso che da informazioni assunte direttamente dal sottoscritto l’inconveniente riguarda esclusivamente gran parte del territorio del Comune di Somma Vesuviana, interessare minimamente i comuni limitrofi, di Ottaviano e Sant’Anastasia”.
lettera piccolo 1

lettera piccolo 2

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti