domenica 25 Luglio 2021
HomeAttualitàDomenico Visone candidato alla presidenza dell’Ordine degli Avvocati di Nola

Domenico Visone candidato alla presidenza dell’Ordine degli Avvocati di Nola

NOLA – Domani saranno aperte le urne del Consiglio dell’Ordine forense presso il Tribunale di Nola per eleggere il nuovo Consiglio per il quadriennio 2019-2022.

Si voterà giovedì, venerdì e sabato dalle ore 09.00 alle ore 13.00, oltre 2500 avvocati saranno chiamati ad eleggere i propri rappresentanti.

Quattro le liste e 56 candidati in tutto per 21 seggi disponibili. A capo della coalizione “Avanti per l’Avvocatura” c’è l’avvocato Domenico Visone di San Giuseppe Vesuviano.

Domenico Visone non è alla prima esperienza nell’ambito della politica forense, è un noto civilista, coniugato con Dolores Leone, tre figli.

Per quale motivo ha deciso di candidarsi?

La scelta di candidarmi alla presidenza del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati (COA) di Nola nasce da lontano, nasce dall’amore che ho per la professione che esercito. Nasce dall’esperienza maturata. In passato sono stato consigliere diverse volte, ho svolto la carica di vicepresidente, mi sono occupato della disciplina quando era di competenza del COA, sono stato presidente di sottocommissione agli esami di abilitazione ed attualmente sono membro laico al consiglio giudiziario. Proprio questa lunga esperienza e la conoscenza delle numerose difficoltà, in cui versa la classe cui appartengo mi hanno determinato in questa scelta”.

Chi sono i componenti della Sua squadra?

Mi sono candidato alla presidenza del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola con una squadra di colleghi formata da persone oneste prima e professionisti eccellenti poi. È una compagine che racchiude l’esperienza di colleghi che hanno già rivestito la carica di consiglieri e l’entusiasmo di giovani colleghi che ci propongono per la prima volta al servizio dell’Avvocatura nolana. Si tratta di: Giuliana Albarella, Francesco Boccia, Aristide Bravaccio, Felice Carbone, Rosalba Lombardi, Rossella Montano, Sonia Napolitano, Salvatore Pandico, Gian Vittorio Sepe, Ciro Sesto, Salvatore Travaglino, Arcangelo Urraro, Viscolo Maria detta Mariella.

Qual è il suo programma?

Insieme agli altri candidati abbiamo deciso di adoperarci nell’interesse dell’Avvocatura con un programma che si prefigge di restituire la giusta dignità agli avvocati. Gli obiettivi sono numerosi e con l’aiuto di tutti i colleghi cercheremo di raggiungerli. Proporremo l’inserimento di un rappresentante della nostra classe negli uffici legislativi dei Ministeri, affronteremo il problema del sottodimensionamento degli organici di magistrati ed amministrativi, un’attenzione particolare la dedicheremo ai giovani, a loro è dovuta per le enormi difficoltà che incontrano a partire da una mortificante gestione delle modalità di espletamento dell’esame di abilitazione, faremo in modo di creare per loro nuove e concrete opportunità di lavoro. Ho riportato solo alcuni punti del nostro programma, ne prevede molti altri ancora ma soprattutto è un programma aperto a tutte le esigenze della classe. Ringrazio sin d’ora chi mi sosterrà con il proprio voto con la promessa, se dovessi ricoprire la carica di presidente, di non lasciare solo nessun Avvocato che combatte per una qualsiasi giusta causa.

 

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti