sabato 24 Settembre 2022
HomeAttualitàDonate ai bambini e agli alunni scarpe da ginnastica sequestrate

Donate ai bambini e agli alunni scarpe da ginnastica sequestrate

MASSA DI SOMMA. Donate ai bambini e agli alunni delle scuole materne del territorio scarpe e abbigliamento sequestrato dalle fiamme gialle doganali, all’interno del porto di Napoli.

Sono centinaia, anzi, migliaia le scarpette da ginnastica, e non, che proprio in questi giorni, stanno regalando un sorriso ad altrettanti bambini, le cui famiglie vivono un difficile momento economico, e, anche comprare un paio di scarpe può essere quasi impossibile. Scarpe in dono, e non solo: jeans e altri capi di abbigliamento, il tutto frutto di un corposo sequestro operato dalla Dogana di Napoli e dal II gruppo della guardia di finanza negli anni precedenti. Nel caso specifico si tratta di un container, contenente circa 50mila pezzi, proveniente dalla Cina, giunto oltreoceano nel 2010 per approdare direttamente nei negozi di Napoli e della provincia favorendo così il commercio illegale su più fronti. Ma il container “Made in China”, contenente scarpe il cui marchio era stato falsificato, venne intercettato dalle fiamme gialle e sequestrato su disposizione della Procura partenopea.

Come per la maggior parte del materiale sequestrato, anche quelle scarpe e quei capi di abbigliamento sarebbero finiti al macero una volta terminato l’iter giudiziario. A meno che, una volta constatata la buona qualità dei materiali (indispensabile che non siano nocivi per la salute), un Ente o come in questo caso, un’amministrazione comunale non ne faccia richiesta per favorire iniziative sociali. E’ proprio quello che ha fatto il sindaco di Massa di Somma, Antonio Zeno che, attraverso la donazione alla Caritas locale, all’Unicef ma anche direttamente alle scuole e alle famiglie disagiate del territorio, ha dato a quelle scarpe un “legale” riutilizzo.

Ed è stato così che nei giorni scorsi, grazie alle donazioni provenienti dai dissequestri di materiali consegnati dalla Dogana di Napoli e dal II gruppo della guardia di finanza, sono stati raccolti ben 900 paia di jeans, 1.200  paia di scarpe per donne e bambini e oltre 300 capi di abbigliamento femminile in diverse taglie. L’iniziativa non rappresenta una novità per l’attuale amministrazione comunale, dal momento che già durante le ultime festività natalizie furono donati in beneficenza a diversi istituti scolastici non solo del Comune massese, diverso materiale hardware per computer e portatili (mouse, tastiere, web-cam e joy-stick).

E nei mesi ancora precedenti, sono stati donati numerosissimi capi di abbigliamento dissequestrato. “Favorire iniziative nell’interesse delle nostre comunità  è il nostro scopo – dice Zeno – insieme alla cooperativa “Tasmjla” stiamo portando avanti tanti progetti, anche a favore dei profughi presenti nel nostro Paese”. Nei prossimi giorni, inoltre, ai bambini della scuola materna sarà consegnato un paio di scarpe da ginnastica a tutti i piccoli utenti: “In questo caso – conclude Zeno – intendiamo aiutare le famiglie e incrementare il progetto “Sport a scuola”, che quest’anno compie i 10 anni di attività nelle nostre scuole”.

 

Fonte di Patrizia Panico de Il Mattino area sud-costiera

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti