martedì 19 Ottobre 2021
HomeAttualitàEav. "Nuovi disagi per i pendolari, meno corse rispetto a quelle annunciate"

Eav. “Nuovi disagi per i pendolari, meno corse rispetto a quelle annunciate”

Napoli. Da enzociniglio
portavocegruppofacebook
NOALTAGLIODEITRENIDELLACIRCUMVESUVIANA riceviamo una nota che pubblichiamo.

Napoli 14/09/2021

Il gioco dell’oca
Dopo la manfrina e i disagi degli ultimi giorni di passione, la montagna ha partorito il topolino,con il nuovo orario pubblicato da Eav e da oggi in esercizio, abbiamo meno corse rispetto a quelle annunciate qualche giorno fa. I cittadini vesuviani sono di un servizio con la prima corsa collega il vesuviano a Napoli non prima delle 7.20 e chiude i battenti verso le 20 più o meno su tutte le linee penalizzando ancor di più nelle ultime corse in particolar modo le linee Sarno, SanGiorgio-TorredelGreco, Baiano, Poggiomarino.Oltre ad avere in alcuni orari intervalli di corse a più di un’ora di distanza. Siamo tornati al passato, forse anche peggio. Questa è un’offerta di servizio slegata dalla realtà, non tiene conto delle esigenze di lavoratori, studenti e turisti. Ci vorrebbe una levata di scudi dei primi cittadini vesuviani, un’azione di solidarietà concreta verso i migliaia di concittadini privati di un servizio di trasporto pubblico degno di questo nome, un servizio che pregiudica i tentativi di ripresa e sviluppo che questi territori con sacrificio tentano di portare avanti. La ferrovia nell’immaginario collettivo è stata sempre portatrice di un sogno collettivo di sviluppo e civiltà, la vesuviana invece,negli ultimi anni offre e a caro prezzo, solo disservizi, ostacoli insormontabili per quei territori che credono allo sviluppo di un’economia green. Senza un trasporto su ferro efficiente il sogno di crescita e sviluppo economico legato a un turismo ecologico, enogastronomico e culturale è destinato a svanire.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti