mercoledì 10 Agosto 2022
HomePoliticaElezioni a Pomigliano, Vincenzo Romano: "Capacità e competenza"

Elezioni a Pomigliano, Vincenzo Romano: “Capacità e competenza”

POMIGLIANO D’ARCO. É in lizza per la fascia tricolore nel Comune di Pomigliano d’Arco, Vincenzo Romano è candidato sindaco per la prossima tornata elettorale del 20 e 21 settembre. A concorrere per la carica da primo cittadino nella produttiva Pomigliano anche: Elvira Romano, Maurizio Caiazzo e Gianluca Del Mastro. A sostegno dell’avvocato Vincenzo Romano tre liste: “+Pomigliano”, “Futura”, e “La città che vale”.  “Capacità e competenza da dimostrare” quello che ha spiegato durante l’intervista.

Perchè la scelta di candidarsi come sindaco di Pomigliano d’Arco?
La caratteristica principale del gruppo di donne e uomini che sostengono la candidatura
è il percorso costruito nel tempo. Sono 5 anni che siamo sul territorio per studiare, analizzare le problematiche e proporre soluzioni concrete con scelte nette e idee nuove.
Nel suo programma tra le priorità spicca un’attenzione particolare alle Politiche Sociali, spiega in che modo se ne occuperà?
I pilastri fondamentali del programma sono il lavoro e la sanità e prevediamo anche un polo meccatronica e l’ospedale di comunità. Esiste anche la priorità del welfare comunale per i cittadini, ai quali va garantito una tutela massima riorganizzando il sistema delle cooperative sociali e prevedendo un Polo per le Politiche Sociali.
Cosa intende attuare nei primi 100 giorni di governo cittadino se dovesse essere eletto?
Nei primi 100 giorni bisogna essere capaci di riorganizzare la macchina comunale, approvare il PUC, garantire la manutenzione dei servizi essenziali, dotare le periferie dei sistemi fognari,  incentivare il commercio e gestire i fenomeno della sicurezza in sinergia con gli organi competenti e soprattutto l’Ospedale di comunità e il Polo meccatronica.
Perchè i cittadini di Pomigliano dovrebbero votarla?
Perché c’è coerenza, dignità e questi sono fattori indiscutibili; poi per le capacità e la competenza da dimostrare. Dovrebbero votarmi perché opero con scelte nette ed è necessaria una classe dirigente diversa da quella espressa in questi ultimi 20 anni.

 

Articoli recenti