giovedì 24 Giugno 2021
HomePoliticaElezioni, la lettera di Coccia:"Sogno un luogo dove far crescere i nostri...

Elezioni, la lettera di Coccia:”Sogno un luogo dove far crescere i nostri figli”

SANT’ANASTASIA, Venerdì 5 aprile alle 18,30 in piazza IV novembre, Raffaele Coccia presenterà la sua candidatura a sindaco di Sant’Anastasia. Ecco la sua lettera a tutti i cittadini.

Cari concittadini,
mi candido a sindaco di Sant’Anastasia perché sogno di cambiare il posto che più amo al mondo: il mio paese.
In questi anni si sono persi organizzazione e servizi, capacità di innovazione e forza produttiva.
Sogno invece un paese che funzioni, un paese che renda la vita delle persone che ci vivono più facile e più sicura.
Un paese che attrae, che cresce in modo intelligente ed ecologico, che si riprende il ruolo che gli spetta nel contesto vesuviano, e non solo.
Sogno un luogo dove far crescere i nostri figli e far invecchiare i nostri genitori, con tutti i servizi sociali adeguati per chi ne ha veramente bisogno.
Sogno un paese senza le lacerazioni degli ultimi anni, disponibile a rilanciare la solidarietà, che aiuta chi è più vulnerabile, che sa essere a misura di bambino.
Mi candido perché questo paese ha bisogno di progettualità; senza visione una comunità rimane priva di destino e significato.
Mi candido perché è il momento di fare delle scelte. Scelta è il contrario di rinuncia e di indifferenza. Si sceglie per vivere un sogno riconoscibile e condivisibile, un sogno di progresso civile.
Per il mio progetto servono dedizione e cura. E occorrono impegno, entusiasmo, determinazione. Merito e competenza saranno centrali.
Valorizzerò tutti i talenti, al di là di ogni logica di appartenenza politica.
Ora però c’è bisogno di tutte le nostre energie, di idee innovative e voglia di lavorare, di tutto l’aiuto piccolo o grande che ognuno vorrà dare.
Vi aspetto venerdì 5 aprile alle 18,30 in piazza IV novembre. Non a caso vogliamo iniziare questo percorso da una piazza, dal piacere di rivederci per le strade del nostro paese.

Lavoriamo oggi, costruiamo il futuro.
Raffaele Coccia.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti