venerdì 14 Maggio 2021
HomeAttualitàEmergenza roghi, dal Csv Napoli supporto alle associazioni di volontariato

Emergenza roghi, dal Csv Napoli supporto alle associazioni di volontariato

Emergenza roghi. Il Csv Napoli – Centro di Servizio per il Volontariato – risponde alla richiesta dei volontari garantendo una fornitura di circa 40mila bottiglie di acqua alle associazioni di Protezione civile impegnate in queste ore sul fronte degli incendi.

L’acqua sarà portata al Centro logistico di San Marco Evangelista della Protezione Civile regionale: da lì si provvederà allo smistamento in tutte le zone dove ci sarà necessità, a cominciare dall’area vesuviana, dove da giorni i volontari sono impegnati nella loro attività in condizioni difficili.

Il Csv Napoli, d’intesa con il Co.Ge. Campania – il Comitato  di gestione del fondo speciale per il volontariato – ha deciso di fornire un supporto all’azione dei volontari e delle associazioni, il cui contributo è stato fondamentale in questi giorni di emergenza. Le aziende interpellate hanno applicato, per l’occasione, tariffe agevolate ed hanno provveduto a fare ulteriori donazioni spontanee.

Il Csv Napoli invita, inoltre, tutte le associazioni impegnate nell’ambito di questa emergenza a segnalare all’indirizzo e-mail segreteria@csvnapoli.it le proprie iniziative, appelli, attività di raccolta, ricerca di ulteriori volontari, affinché possano essere diffuse attraverso tutti i canali informativi del Centro e intercettare così i target più vari. La collaborazione di tutti renderà più efficiente la macchina della solidarietà in moto per salvaguardare il nostro territorio e sostenere le famiglie in difficoltà.

“Abbiamo voluto essere accanto alle associazioni ed ai volontari per svolgere al meglio il nostro compito e la nostra funzione. Non smetteremo mai di ringraziare le donne e gli uomini impegnati in attività così importanti, troppo spesso dimenticati dalle istituzioni”, spiega il presidente del Csv Napoli Nicola Caprio.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti