martedì 29 Settembre 2020
Home Appuntamenti Ercolano. Basilica di Pugliano: Happy Hour per le giovani coppie

Ercolano. Basilica di Pugliano: Happy Hour per le giovani coppie

ERCOLANO. Basilica di Pugliano: Happy Hour per le giovani coppie. L’incontro, fissato per sabato prossimo, voluto fortemente dall’Ufficio Famiglia dell’arcidiocesi di Napoli.

Accogliere e accompagnare le persone è il ruolo della Chiesa. La vicinanza ad esse è il sapere ascoltare. Ascoltare significa dire le cose con franchezza, seppur con difficoltà. Significa sapere accogliere senza aver scritto ricette preconfezionate. Saper accompagnare le tante situazioni di vita, le attese, le speranze. Con questo intento, nel preparare il percorso delle famiglie verso il Sinodo, l’Ufficio Famiglia e Vita della diocesi di Napoli – in collaborazione con la commissione del XII decanato (San Sebastiano, Portici, San Giorgio, Ercolano) – ha organizzato un happy hour musicale, ricordando le parole di Papa Francesco “Permesso, grazie e scusa”. Un porsi alle famiglie con nuova enfasi, e “per fare ciò  – ha detto di recente monsignor Lucio Lemmo, vescovo ausiliare di Napoli – c’è bisogno di una pastorale che sia in grado di entrare con simpatia nel tessuto delle famiglie, cogliendo sempre il positivo delle situazioni.” Il primo appuntamento è fissato per sabato 14 marzo, alle 17:30, nella Basilica di Santa Maria a Pugliano di Ercolano.

Scopo dell’incontro stabilire un contatto con le famiglie giovani, a cui seguirà un percorso formativo costruito appositamente per esse.

- Advertisement -

“Una proposta innovativa – esordisce Angelo Russo, responsabile dell’Ufficio Famiglia della diocesi – per creare un’opportunità di dialogo, formazione ed arricchimento reciproco per giovani coppie presenti su tutto il territorio della diocesi”.

Infatti a questa prima tappa ne seguiranno altre tre già programmate. Un’idea innovativa, un nuovo cammino e “come ogni cammino – aggiunge Antonio Piccolo dell’Equipe Famiglia Diocesano – per avere un senso necessita, sempre, di conoscenza e di un discernimento comunitario”.

Un cammino tracciato dalla Familiaris Consortio, dove è citato il compito ecclesiale della famiglia, ovvero il suo dovere di edificare il regno di Dio con la partecipazione alla vita e alla missione delle Chiesa, in modo proprio ed originale, in quanto intima comunità di vita e di amore.

Un impegno dell’Ufficio Famiglia Diocesano per mettere nelle fondamenta del matrimonio la missionarità del sacramento.  “Edificare sulla roccia – conclude Eleonora Ranieri, dell’Equipe Giovani Coppie – “non  per difendere il passato, ma per lavorare con pazienza e fiducia per costruire il futuro”.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Scuola. Aprire in sicurezza, l’Asl Na3 sud forma insegnanti Covid

L’Asl Napoli 3 Sud al fianco degli istituti per una riapertura in sicurezza. In collaborazione con le istituzioni scolastiche regionali l’azienda sanitaria ha attivato...

Novità editoriale: “Sopravvissuti”. Le presentazioni

NAPOLI. Martedì 29 settembre ore 18:30  in diretta sul canale YouTube della Polidoro Editore con Vincenza Alfano, Giovanna Scalzo e Antonio Esposito e Sabato 3...

“Abitare la storia: la casa dei Correale”, visita guidata a Sorrento

SORRENTO. Il presidente Gaetano Mauro, il CdA e il direttore Filippo Merola, nell’ottica di collaborazione con le associazioni locali già da tempo intrapresa con...

Successo per il Premio Ambasciatori del Sorriso 2020

SAN VITALIANO. Grande successo per il Premio  Ambasciatori del Sorriso 2020. Tra i premiati tante eccellenze. Dott. Paolo Ascierto, il magistrato Catello Maresca, lo scultore...

Giovedì sera al Museo, riparte la programmazione al MANN

NAPOLI. Visite ed eventi serali al Museo, si riparte: dal 1° ottobre al 3 dicembre, il MANN sarà aperto ogni giovedì, dalle 20 alle...
- Advertisment -