mercoledì 25 Maggio 2022
HomeEconomiaEsenzione Tari, il Comune prevede bonus per famiglie e imprese

Esenzione Tari, il Comune prevede bonus per famiglie e imprese

Sant’Anastasia, sostegni a famiglie e imprese

Il vicesindaco Mario Trimarco (Finanze, Tributi):  “Esenzioni anche per le attività che hanno subito una chiusura forzata nella fase critica della pandemia” Il sindaco Carmine Esposito: “Durante questo periodo complicato abbiamo cercato in ogni maniera di stare accanto a famiglie e imprese e per la prima volta anche le attività possono richiedere l’esenzione”. “Anche quest’anno – spiega il vicesindaco Mario Trimarco – interveniamo, come nel 2021, sulla quarta rata Tari per le famiglie a basso reddito. Per la prima volta, la stessa misura è prevista anche per le utenze non domestiche che possono richiedere l’esenzione se hanno subito una chiusura forzata nella fase critica della pandemia o hanno registrato un calo di fatturato di almeno il 30% del 2020 rispetto a quello dell’anno precedente. Adottiamo, dunque, lo stesso criterio che lo Stato ha adottato nell’erogare i vari ristori destinati alle imprese. Sono provvedimenti a sostegno di famiglie e imprese, essenziali ora più che mai, in un momento in cui sappiamo bene che la pandemia non è terminata e l’emergenza economico – sanitaria continua a metterci alla prova giorno dopo giorno. A breve interverremo con nuovi provvedimenti per le fasce più deboli”.  I criteri e le modalità di richiesta relativi alle agevolazioni Tari 2021 sono stati fissati con la delibera di consiglio comunale n.54 del 27 dicembre 2021. Per le utenze domestiche, l’ammontare del bonus sarà pari al bonus elettrico ARERA 2021, vale a dire: € 128,00 per le famiglie con 1-2 componenti; € 151,00 per le famiglie con 3-4 componenti;€ 177,00 euro per le famiglie numerose con più di 4 componenti. Il bonus sarà riconosciuto ai contribuenti con ISEE 2021 non superiore a  € 8.265,00; a famiglie numerose, con più di 3 figli a carico, con ISEE 2021 non superiore ad € 20.000; a titolari di reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza.  L’istanza andrà presentata mediante una delle seguenti modalità: a mano presso il protocollo generale; lettera raccomandata con avviso di ricevimento intestata a COMUNE DI SANT’ANASTASIA – UFFICIO TRIBUTI – Via San Francesco Saverio 1, 80048 SANT’ANASTASIA (NA); via pec (protocollo@pec.comunesantanastasia.it). La documentazione richiede il modello di domanda correttamente compilato secondo lo schema a disposizione sul sito ufficiale del comune (www.comune.santanastasia.na.it); Isee non scaduto alla data del 31 dicembre 2021 e copia di un documento di riconoscimento in corso di validità. Per le utenze non domestiche, i requisiti richiesti sono: possesso di partita Iva attiva alla data del 29 giugno 2021, un fatturato 2020 inferiore di almeno il 30% rispetto al fatturato totale 2019.  “Un appello a chi debba richiedere informazioni – invitano il sindaco Esposito e l’assessore Trimarco – chiediamo di non recarsi di persona presso l’ufficio. Abbiamo messo a disposizione numerose modalità attraverso le quali sarà facile comunicare con gli addetti”. Si potrà infatti scrivere all’indirizzo di posta elettronica (antonioesposito@comune.santanastasia.na.it); contattare via Skype Il dr. Antonio Esposito – Sant’Anastasia; inviare un WhatsApp al n. 342.0639362 (si tratta di una utenza dati, per cui non sarà possibile effettuare telefonate e/o videochiamate, né inviare SMS).  La domanda andrà presentata entro il termine ultimo improrogabile di lunedì 31 gennaio 2022. 

Articoli recenti