giovedì 1 Dicembre 2022
HomeAppuntamenti"Esserci sempre": cerimonia del 162° anniversario fondazione Polizia di Stato

“Esserci sempre”: cerimonia del 162° anniversario fondazione Polizia di Stato

NAPOLI. “Esserci sempre”: cerimonia del 162° anniversario della fondazione Polizia di Stato. Si è svolta presso il IV Reparto Mobile, in via Monte di Dio, la celebrazione del 162° anniversario della fondazione della Polizia di Stato, alla presenza delle massime autorità, civili, religiose e militari, nonché dei rappresentati dell’A. N. P.S. (Associazione Nazionale Polizia di Stato) e dei familiari delle vittime del dovere.

La cerimonia ha avuto inizio nel cortile della caserma “Nino Bixio”, con la deposizione da parte del Questore e del Prefetto di una corona di alloro ai caduti della Polizia di Stato, per poi proseguire sulla panoramica terrazza con vista sul Golfo.

Qui, dopo la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Interno e del Capo della Polizia, ed un breve saluto del Questore della provincia di Napoli Guido Marino, si è proceduto alla consegna dei maggiori riconoscimenti premiali al personale della Polizia distintosi in operazioni di P.G., con l’assegnazione di 52 promozioni per merito straordinario. Tutti i riconoscimenti sono stati consegnati dal Questore insieme con i dirigenti degli uffici di appartenenza del personale premiato. Inoltre sono stati conferiti 44 encomi solenni, 53 encomi e 140 lodi.

L’attività della Polizia di Stato nella provincia di Napoli nell’ultimo anno (1° maggio 2013 – 30 aprile 2014) si può così sintetizzare. Il numero di omicidi consumati sono rimasti sostanzialmente stabili (58 contro i 57 dello scorso anno, con una diminuzione in città e un aumento in provincia), mentre sono calati del 20% circa il numero degli omicidi tentati, scesi da 116 a 92. Il numero totale delle rapine a Napoli e provincia è sceso da 8.111 a 7.902, con una diminuzione del 2,58%. Sono calate in modo sensibile le rapine in banca (- 38,64%), negli uffici postali (- 29,03%) e presso gli esercizi commerciali (- 21,85%), mentre sono aumentate, seppure in maniera minore, le rapine in abitazioni, passate da 180 a 192 (+ 6,67%). Sostanzialmente stabili le rapine in strada (+ 1,3%). Quasi trascurabile l’aumento dei furti totali (+ 1,86%), con una decisa diminuzione dei furti con strappo (- 10,66%), dei furti in abitazione (- 8,85%), dei furti di ciclomotore (- 13,05%) e dei furti di auto (- 3,93%). In aumento, invece, i furti con destrezza (+ 24,83%), dovuti essenzialmente al fenomeno dei furti di smartphone. Le estorsioni passano da 573 a 508, con una diminuzione dell’11,34%, mentre le truffe e frodi informatiche calano del 7,16%.  Anche i reati connessi allo spaccio e al traffico di stupefacenti registrano un sensibile calo, pari al 15,76%, così come pure diminuiscono i reati di contraffazione (- 13,05%) e le violenze sessuali (- 9.68%). Inoltre, nel corso della stagione calcistica in corso, il Questore di Napoli ha adottato 175 provvedimenti di divieto di accesso ai luoghi ove si svolgono le competizioni sportive (Daspo) nei confronti di altrettante persone.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti