lunedì 26 Settembre 2022
HomeCultura e SpettacoliEstate a Napoli, la politica dello spettacolo ai tempi di Valenzi: la...

Estate a Napoli, la politica dello spettacolo ai tempi di Valenzi: la mostra

Estate a Napoli 1979-2019. La politica dello spettacolo ai tempi di Maurizio Valenzi

La memoria è il filo narrativo che caratterizza Estate a Napoli 1979-2019. La politica dello spettacolo ai tempi di Maurizio Valenzi, la mostra promossa e sostenuta dall’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli nell’ambito di Estate a Napoli 2019 – Quarantesima edizione, curata da Maria Savarese con la collaborazione di Gianni Pinto, organizzata dagli Editori Paparo.
La mostra inaugura il 18 luglio e sarà visitabile fino al 29 settembre al Maschio Angioino (sale dell’Armeria e Vesevi).
L’esposizione – che ha il patrocinio morale della Fondazione “Maurizio Valenzi” – racconta la storia e quegli anni attraverso documenti e fotografie inedite. A selezionarli la curatrice Maria Savarese che ha lavorato su una memoria viva fatta di manifesti, inviti, locandine, programmi, articoli di giornale, corrispondenze e libri forniti da Gianni Pinto, allora capo della segreteria politica di Maurizio Valenzi nonché consigliere comunale e coordinatore di “Estate a Napoli” e ha utilizzato gli archivi di alcuni fotografi napoletani, Luciano D’Alessandro, Fabio Donato, Luciano Ferrara, Gianni Fiorito, Agenzia Pressphoto.
Con l’Assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele intervengono la curatrice Maria Savarese e Gianni Pinto.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti