giovedì 29 Luglio 2021
HomePoliticaEuropee. Il vescovo Marino: "Votiamo consapevolmente"

Europee. Il vescovo Marino: “Votiamo consapevolmente”

Vincere la tentazione dell’astensione e recarsi alle urne per votare un’Europa che abbia a cuore l’uomo, tutto l’uomo, «in quanto persona dotata di una dignità trascendente», come ricordò papa Francesco in occasione della sua visita al Parlamento europeo del 25 novembre 2014.

Questo l’invito che il Settore pastorale Carità e Giustizia della Diocesi di Nola e la Consulta diocesana delle aggregazioni laicali (Cdal) hanno voluto rivolgere ai cittadini del territorio chiamati alle urne il prossimo 26 maggio, per il rinnovo del Parlamento europeo.

«Il testo – ha sottolineato il vicario per la Carità e la Giustizia, don Aniello Tortora – mira a ridestare l’attenzione su un voto importante al pari di quello, coincidente, per le amministrative comunali. Non possiamo, oggi, non dirci cittadini europei. Non possiamo non impegnarci per un’Europa democratica, solidale, custode della pace, capace di sognare in grande per tutti i suoi stati membri. È un voto per l’Europa del futuro e della speranza, un voto soprattutto per i giovani, di oggi e di domani».

Si raccomanda nel messaggio di verificare le intenzioni di movimenti politici, liste e candidati approfondendo i programmi in merito a sviluppo della democrazia e della partecipazione in Europa, tutela della vita umana, fenomeni migratori, diritto d’asilo, solidarietà e accoglienza, governo dell’economia e della finanza, cambiamenti climatici e sviluppo sostenibile, modelli sociali per lavoro, welfare, educazione, formazione e ricerca, diritti umani e libertà religiosa, governo dell’innovazione tecnologica.

«Ritengo necessario – ha scritto il vescovo Marino nell’introduzione al messaggio – che la comunità cristiana della diocesi di Nola si prepari con consapevolezza e responsabilità al voto europeo del 26 maggio. Per questo motivo ho chiesto al settore pastorale ‘Carità e giustizia’ e alla Consulta diocesana delle aggregazioni laicali di elaborare un documento che aiuti la riflessione. Come dice il testo, occorre interpretare questo imminente voto con ‘senso della Storia’, ovvero comprendendone tutte le implicazioni e conseguenze. Da parte mia, sottolineo la centralità dell’Europa in ogni sogno e progetto di pace e libertà per il mondo intero».

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti