martedì 27 Settembre 2022
HomeAppuntamentiFestival dei diritti dei ragazzi: la marcia degli studenti con l’arcivescovo Depalma

Festival dei diritti dei ragazzi: la marcia degli studenti con l’arcivescovo Depalma

NOLA. Saranno almeno 1500 gli studenti dell’area nolana e vesuviana che domani, 10 aprile, parteciperanno alla Marcia dei Diritti, che si terrà a Nola e concluderà, di fatto, il “Festival dei diritti dei ragazzi”.

Alla manifestazione prenderà parte anche l’arcivescovo di Nola, monsignor Beniamino Depalma, assieme ai docenti e ai dirigenti scolastici coinvolti nell’organizzazione del festival, promosso dalla cooperativa sociale Irene ’95 e dall’ufficio scuola della Diocesi di
Nola.

Il corteo partirà alle 9,30 da piazza D’Armi e si concluderà a piazza Duomo, dove gli studenti si esibiranno in balli e canti. Il “Festival dei diritti dei ragazzi” si è aperto il 29 marzo, con il
convegno di apertura al quale ha partecipato, tra gli altri, anche il musicista Enzo Avitabile. Nei giorni successivi si sono tenuti convegni e seminari di studio e approfondimento, attività espressive dei ragazzi, attività di gioco e sportive, serate al cinema. Ogni scuola ha scelto
uno o più diritti da approfondire ed ha dato vita ad attività artistiche di ogni genere per rappresentarli.

Le scuole partecipanti sono state l’istituto comprensivo “Pacinotti” di Marigliano, il I circolo didattico “Siani” di Marigliano, la scuola secondaria di I grado “Alighieri” di Marigliano, la scuola secondaria di I grado “Merliano – Tansillo” di Nola, l’istituto comprensivo “Bruno” di Nola, il I circolo didattico “Vitale” di Nola, il II circolo didattico “Sanseverino” di Nola, l’istituto comprensivo “Mameli” di Nola, l’istituto comprensivo “D’Aosta” di Ottaviano e l’istituto comprensivo “Omodeo – Beethoven” di Scisciano e San Vitaliano.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti