venerdì 27 Gennaio 2023
HomeSenza categoriaFinanzieri di Nola e Napoli arrestano 4 contrabbandieri e sequestrano 3 tonnellate...

Finanzieri di Nola e Napoli arrestano 4 contrabbandieri e sequestrano 3 tonnellate di sigarette

Nola. Operazioni diverse compiute tra Nola e Napoli hanno portato a 7 denuciati, 4 arresti e un sequestro cospicuo di sigarette di contrabbando. La Guardia di Finanza di Napoli ha denunciato 7 persone, di cui 4 tratte in arresto e sequestrato 3 tonnellate di sigarette di contrabbando, oltre a un deposito, due automezzi e 1.500 euro in contanti nell’ambito di diverse operazione effettuate nel mese di dicembre.

Nel corso di una prima operazione, i finanzieri del Gruppo di Nola hanno posto i sigilli a due tonnellate e mezzo di sigarette di contrabbando e a un veicolo a Giugliano in Campania. Il pedinamento di un furgone sospetto ha condotto le Fiamme Gialle ad un garage, dove due persone hanno cominciato a scaricare quelle che poi si sono rivelate oltre 100 casse di sigarette: un vero e proprio deposito adibito allo stoccaggio delle “bionde” in una zona signorile dell’abitato cittadino, al cui interno è stata rinvenuta un’ulteriore tonnellata e mezzo di sigarette prive del contrassegno di Stato. I due responsabili sono stati tratti in arresto e giudicati per direttissima.
A Napoli, i Baschi Verdi del Gruppo Pronto Impiego, nel corso di due distinte operazioni, hanno sequestrato complessivamente 220 kg di sigarette, un deposito, un veicolo e 1500 euro in contanti. Due responsabili, già gravati da precedenti specifici in materia di contrabbando e uno dei quali percettore di reddito di cittadinanza, sono stati tratti in arresto, mentre altre due persone, tra Casoria e Casavatore, sono state denunciate a piede libero perché esponevano per la minuta vendita circa 2 kg di sigarette di contrabbando.
Il 2° Nucleo Operativo Metropolitano Napoli, nella zona del “Lavinaio” del quartiere Pendino, ha rinvenuto all’interno di un magazzino incustodito diversi cartoni contenenti 137 kg di sigarette di contrabbando.
Infine, presso il locale scalo aeroportuale di Capodichino, nel bagaglio di una donna proveniente da Atene, a seguito di un controllo eseguito unitamente ai funzionari doganali, sono stati rinvenuti 60 kg di T.L.E.. Il materiale è stato sequestrato e la donna denunciata a piede libero.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti