venerdì 14 Maggio 2021
HomePoliticaFondi beni archeologici a Nocera Superiore, Valle del Sarno e Scafati

Fondi beni archeologici a Nocera Superiore, Valle del Sarno e Scafati

Salerno. “Grandi notizie per i beni culturali dell’Agro Sarnese Nocerino e di tutta la Provincia di Salerno: dopo le mie tenaci e continue richieste, finalmente sono stati inseriti nel programma triennale
2021-23 i lavori dei beni archeologici di Nocera, Scafati e di tutta la Valle del Sarno. Il Ministero della Cultura con il Dm179 del 26 aprile 2021 ha finanziato i lavori nell’area archeologica del
Teatro ellenistico romano di Nocera Superiore per 200 mila euro e sosterrà economicamente il catalogo e la conservazione dei reperti della Necropoli protostorica della Valle del Sarno per 100
mila euro. Un patrimonio inestimabile quest’ultimo, in quanto interessa l’area di Nocera Inferiore e
Superiore, ma anche quella di Sarno, San Marzano e San Valentino Torio. Inoltre, sono stati stanziati per il restauro della Villa Prete di Scafati, ben 200 mila euro. Fondi anche per Baronissi, Cava de Tirreni, Positano, Salerno, Pontecagnano e Padula! È un occasione d’oro per rilanciare il turismo culturale nel nostro territorio” così la Deputata del MoVimento 5 Stelle, Virginia Villani annuncia lo stanziamento dei fondi per la Campania ed in particolare, per l’Agro Sarnese Nocerino.
Soddisfatto anche il Sindaco di Nocera Superiore, Giovanni Maria Cuofano: “Lo sforzo di questi anni oggi trova soddisfazione perché finalmente il Ministero attraverso la Soprintendenza
prende consapevolezza dei beni che ricadono sul territorio di Nocera Superiore. Questo finanziamento inserito nel Piano triennale del Ministero sull’anno 2022-2023, ci fa ben sperare per
il futuro dei beni archeologici dell’Agro Nocerino Sarnese, di Nuceria Alfaterna. Ringraziamo l’onorevole Villani per questa condivisione di intenti che ci ha visto impegnati insieme a sollecitare
gli Enti preposti in questa attività di valorizzazione che rappresenta tanto la possibilità di mettere al centro la conoscenza di questi luoghi, che la potenzialità di questi beni in termini sviluppo
economico. Ringrazio anche la dottoressa Buonaudo della Soprintendenza” dichiara Cuofano. Tanti i fondi previsti anche per altre città della Provincia di Salerno: “Con il DM170 il Ministero della Cultura ha stanziato in totale 29.948.310,27 euro per la
Campania per gli interventi di manutenzione e restauro di beni archeologici, paesaggistici, musei, istituti, archivi e biblioteche per un totale di 155 interventi da effettuarsi nel triennio 2021-2023.
Per la provincia di Salerno sono stati stanziati oltre 2 milioni e 593 mila euro per i settori beni archeologici, musei, archivi e biblioteche. Oltre agli ottimi finanziamenti per l’area archeologica
del Teatro ellenistico romano di Nocera Superiore, per la Necropoli protostorica della Valle del Sarno e per la Villa Prete di Scafati sono stati previsti interventi a Baronissi, per il restauro della
Villa romana e per la chiesa di Sant’Agnese per 350 mila euro in totale. A Cava de Tirreni, per la sede della biblioteca sono stati stanziati 32 mila e 770 euro. A Salerno invece, sono stati stanziati
200 mila euro per la Villa Romana, 14 mila euro per l'Archivio di Stato. Previsti per Pontecagnano degli interventi di messa in sicurezza dei beni archeologici per 36mila e 500 euro e 12 mila euro
per l’abbattimento e la rimozione delle alberature danneggiate dalle perturbazioni meteorologiche nella Certosa di San Lorenzo a Padula. A Positano, ben 170 mila e 900 euro per lo scavo e il
consolidamento dell’Ipogeo medievale” dichiara Villani “Inoltre, sono stati previsti anche altri numerosi interventi per il circondario come il restyling delle sedi della Direzione regionale dei Musei in Campania per un totale di un milione e 250 mila euro, lavori alla villa rustica di Carmiano a Gragnano per 50 mila euro e 140 mila euro per le Basiliche paleocristiane di Cimitile. A Nola invece fondi per l’area archeologica di Via De Sena (50 mila euro), le Domus romane di Via
Saccaccio e di via Polveriera (200 mila euro), Eremo dei Camaldoli (500 mila euro), affreschi del chiostro del convento di Sant’Angelo in Palco (200 mila euro) e per il Museo Arecheologico (31
mila euro)”. Infine Villani: “Si tratta di interventi mirati che saranno realizzati con l’impegno delle Soprintendenze, della Regione e dei Comuni interessati nell’arco dei prossimi tre anni. In totale
ammontano a 232.210.985,71 euro i finanziamenti agli interventi programmati dal Ministero della Cultura nel programma triennale dei lavori pubblici 2021-2023, così come stabilito nel decreto a
firma del ministro Dario Franceschini del 26 aprile 2021, che fa riferimento anche all’elenco annuale per l’anno 2021, per un importo pari a 28.029.706,53 euro. Con l’arrivo degli oltre 29
milioni destinati alla Campania e dei 2,6 milioni previsti per la Provincia di Salerno, abbiamo il dovere di monitorare passo dopo passo l’avvio degli interventi preziosi per il rilancio turistico e
culturale della nostra Terra! Una chance che non possiamo perdere!” conclude la Deputata M5S.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti