venerdì 25 Giugno 2021
HomeAttualità"Fucarazzi" vietati a Pomigliano. Ordinanza del sindaco

“Fucarazzi” vietati a Pomigliano. Ordinanza del sindaco

POMIGLIANO D’ARCO. Domenica “fucarazzi” vietati a Pomigliano d’Arco, il sindaco Gianluca Del Mastro ha disposto il divieto di accensione dei tradizionali fuochi in occasione della festività di Sant’Antonio Abate dal 15 al 21 gennaio, decisione adottata per la tutela ambientale. Il primo cittadino pomiglianese sulla sua pagina social scrive: Ho appena emanato, in accordo con l’assessore Mariangela D’Auria, un’ordinanza che vieta l’accensione di falò nei luoghi pubblici e privati del territorio comunale. L’accensione di fuochi, anche quelli tradizionalmente legati alle festività di Sant’Antonio Abate, comporta un grande disagio alla popolazione a causa dei fumi, delle ceneri e delle polveri sottili rilasciate nell’aria dalla combustione. Evitare di accendere questi fuochi rappresenta un atto di responsabilità e un gesto con il quale tuteliamo – oltre che l’ambiente – la salute dei concittadini più fragili ed esposti a patologie respiratorie.”

Ecco l’ordinanza

ordinanza n. 2-1

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti