domenica 9 Maggio 2021
HomeCronacaGdF Napoli, contrabbando di sigarette: eseguite 4 misure cautelari

GdF Napoli, contrabbando di sigarette: eseguite 4 misure cautelari

Napoli. Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli, al termine di una complessa attività investigativa coordinata della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, ha dato esecuzione ad un’ordinanza emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli che ha disposto l’applicazione di 4 misure cautelari nei confronti di altrettanti componenti di un’associazione per delinquere finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri.
Gli indagati, due agli arresti domiciliari e due destinatari di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, sono gravemente indiziati di aver costituito e fatto parte di un gruppo criminale, composto da 13 soggetti, attivo nella commissione di plurimi reati di contrabbando di tabacchi lavorati esteri provenienti da Paesi dell’Europa dell’Est, introdotti in Italia attraverso trasporti su gomma e destinati ad alimentare il mercato clandestino campano. L’esecuzione dei provvedimenti cautelari costituisce l’epilogo di indagini
condotte dagli specialisti del G.I.C.O., eseguite attraverso l’incrocio dei dati risultanti dalle attività tecniche, di osservazione, controllo, pedinamento e dai riscontri operativi, che hanno portato nel mese di agosto del 2019 all’arresto di un pregiudicato e al sequestro di oltre 4 tonnellate di sigarette di contrabbando. Complessivamente l’organizzazione criminale ha movimentato oltre 10 tonnellate di sigarette di contrabbando. Due di essi risultano anche aver percepito indebitamente il reddito di cittadinanza.

Elenco dei destinatari della misura cautelare degli arresti domiciliari:
1. COTUMACCIO Vincenzo, nato a Napoli il 08.01.1967;
2. COTUMACCIO Matteo, nato a Napoli il 07.01.2000.
Elenco dei destinatari della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla p.g.:
1. BUCCOLO Pasquale, nato a Napoli il 21.07.1955;
2. BONETTI Vincenzo, nato a Napoli il 17.02.1970.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti