mercoledì 5 Ottobre 2022
HomePoliticaGerli (Alleanza Verdi e Sinistra): turismo unica economia pulita e inesauribile, occorre...

Gerli (Alleanza Verdi e Sinistra): turismo unica economia pulita e inesauribile, occorre tutela e valorizzazione

“Saldare i legami col territorio attraverso agricoltura, enogastronomia e cultura del territorio. Nuovi posti di lavoro per i giovani attraverso il turismo 4.0”

“L’Italia ha il patrimonio storico e artistico più importante al mondo, che rappresenta la nostra prima risorsa naturale, eppure – spiega Giulio Gerli, candidato alla Camera dei Deputati alle elezioni del 25 settembre- rappresenta solo il 12% del PIL. È un dato che ci lascia totalmente basiti perché il Belpaese potrebbe vivere di solo turismo se correttamente valorizzato e tutelato.”

Ma quali sono le azioni da compiere nell’immediato per tentare di recuperare?

Nell’ottica green e 4.0 di Gerli, unico candidato del territorio nella provincia di Napoli nel collegio plurinominale 1 – P02 (insieme con Fiorella Zabatta, presidente del Consiglio federale nazionale, e del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli), bisogna “partire dalla tutela e proseguire verso la valorizzazione, saldamente intrecciata con i punti forti del territorio: agricoltura, enogastronomia, cultura”.

“Dobbiamo riuscire ad aumentare tutti i livelli di servizi connessi al turismo e riuscire a raccontare meglio la nostra Italia – prosegue  – diffondendo valori, come la salubrità della dieta mediterranea e, al tempo stesso, una maggiore limitazione del consumo di suolo.“ Per Giulio Gerli “il turismo è l’unica economia pulita ed inesauribile deve essere il volano economico dell’Italia: un’Italia che rispetto all’economia mondiale non sia più spettatrice, ma attrice che assorbe capitali di cassa dall’estero e rilascia profitti interni creando nuovi posti di lavoro e migliorando gli attuali attraverso le nuove tecnologie applicate ad ogni singolo settore.”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti