domenica 17 Gennaio 2021
Home Cultura e Spettacoli "Giallo Ocra": il romanzo d'esordio di Giusi De Luca

“Giallo Ocra”: il romanzo d’esordio di Giusi De Luca

Napoli. “Giallo Ocra”, di Giusi De Luca, un giallo ambientato a Napoli, che fa tappa anche in Provenza. Della Bertoni editore è disponibile in tutte le librerie e store online. Ha per protagonisti, tra gli altri, una giornalista e il suo fidanzato, studente dell’Accademia di Belle Arti; i due, mentre lavorano alla realizzazione di un video documentario su un pittore napoletano ucciso trent’anni prima, si mettono sulle tracce dei protagonisti implicati in quella vicenda. È la giornalista, Laura Ferrara, a risolvere il caso di omicidio che era stato archiviato.

Il titolo prende spunto da una particolare gradazione di giallo, un giallo che si mescola al nero della morte, al rosa dei sentimenti, al rosso della passione, al blu del mare, al viola della lavanda. È un romanzo corale che affronta temi di grande importanza che vanno dalla vita alla morte, parlandone con riguardo e delicatezza.

- Advertisement -

Il romanzo si apre con la scena del ritrovamento, nel luglio del 1977, del cadavere di Federico Rinaldi, un pittore napoletano; a raccontarlo è un articolo di giornale.Subito dopo il lettore è catapultato trent’anni avanti, siamo sempre a Napoli. L’attenzione è subito focalizzata sul personaggio principale: Laura; una giornalista di Procida che passerà l’estate ad aiutare il fidanzato, Marco, a girare un documentario sul pittore assassinato. Marco è uno studente di Belle Arti e sta preparando la tesi in Storia dell’Arte. Laura, per deformazione professionale, prende sul serio questo lavoro e si mette sulle tracce delle persone implicate in questa storia a cui nessuno è stato in grado di dare un finale, perché il caso di omicidio è stato archiviato.

<<Ho scritto la trama principale di ‘Giallo ocra’ nel 1997, sotto forma di racconto breve>>, precisa l’autrice. <<Nel corso degli ultimi vent’anni sono ritornata varie volte su questa storia, perché sentivo una forte esigenza di trasformarla in un progetto dal respiro più ampio. Solo nel 2018 il racconto è diventato romanzo>>.

Tutti i protagonisti di quella vicenda, nessuno escluso, avevano avuto qualcosa da nascondere durante gli ultimi trent’anni. Tutti avevano pensato a salvare la propria dignità, a discapito della giustizia e della verità, ma la morte di Federico, prima tessera del domino a cadere, aveva innescato altre piccole morti, per cui nessuno poteva dire di esserne uscito indenne. Esisteva tuttavia una primavera, nell’anno e nella storia di ognuno, che avrebbe portato nuovi fiori, là dove la bellezza, morendo, aveva fatto cadere i propri semi nella terra.

Giusi De Luca è nata a Napoli nel 1973. Giornalista pubblicista, ha scritto per quotidiani e altri periodici. Ha avuto brevi esperienze in radio e in televisione e ha diretto una web tv. Ha sempre scritto racconti e poesie. Il suo racconto breve ‘Lo spiraglio’ è apparso nella raccolta ‘Prima leggere, poi scrivere’, edita da Rubbettino nel 2005. Quando non scrive, si dedica alla Fotografia. Laureata in Scienze della Comunicazione, lavora in questo settore da più di un decennio.

                                                      
 

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -
error: Contenuto protetto !!