mercoledì 5 Ottobre 2022
HomeCultura e SpettacoliGiorno del Gioco, un successo: migliaia di bambini nelle strade

Giorno del Gioco, un successo: migliaia di bambini nelle strade

SAN GIORGIO A CREMANO. Come ogni anno, migliaia di bambini sono scesi nelle strade e nelle piazze per riappropriarsi degli spazi pubblici in occasione del Giorno del Gioco.

Il tema dell’edizione 2014, la nona, è stato “Giocar fa Arte – Giocar con fuoco, acqua, aria, terra”. L’evento educativo è patrocinato dall’Unicef e promosso dalla Città di San Giorgio a Cremano, dal Laboratorio Regionale Città dei Bambini e delle Bambine e dal CNR, che ha ottenuto quest’anno una medaglia dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Hanno aderito all’evento, esprimendo il loro plauso, anche la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldini ed il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza Vincenzo Spadafora.

Alle 9, nel campo sportivo, il sindaco Mimmo Giorgiano ha inaugurato il Giorno del Gioco leggendo una dichiarazione di apertura, a cui è seguita una grande coreografia messa in scena dai ragazzi delle scuole cittadine. Successivamente, villa Bruno, piazza Troisi, villa Falanga, parco Frammenti di Delizie e le strade limitrofe sono diventate teatro di eventi, parate musicali, animazione, musica, giochi di strada, percorsi ludici a squadre. In vari punti della città sono stati posizionati dei Ludobus, dei particolari pullman modificati con animatori che hanno intrattenuto i bambini con attività sui colori, sugli elementi naturali, sui giochi di legno, sul circo, in una città parzialmente chiusa al passaggio di auto e moto.

L’intento dell’iniziativa Giorno del Gioco, infatti, è quello di consentire ai bambini di riappropriarsi degli spazi urbani resi, almeno per un giorno, luoghi vivibili per tutti e luoghi di gioco sicuri, rinsaldando così quel senso di appartenenza al territorio che purtroppo oggi giorno si va sempre più perdendo. Inoltre, il Giorno del Gioco del 2014 mira a suscitare curiosità ed interesse per i quattro elementi, potenziando capacità di osservazione e di analisi della realtà naturale, ispirando atteggiamenti di ricerca e gioco.

Il sindaco Mimmo Giorgiano si è dichiarato molto soddisfatto dell’andamento dell’iniziativa: “Più volte ho avuto occasione di rimarcare – ha detto – come il Giorno del Gioco sia una manifestazione molto importante per noi. L’anno prossimo si celebrerà il decennale di questa iniziativa che ci vede pionieri in tutta Italia e già da domani cominceremo ad elaborare i progetti educativi per coinvolgere più bambini possibile. Noi sosteniamo con forza che il gioco è un diritto per i cittadini più piccoli e per questo abbiamo proposto al Parlamento Italiano l’adozione di una specifica legge statale per riconoscerlo.”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti