giovedì 25 Febbraio 2021
Home Attualità Giudice di Pace. Inizia la formazione dei dipendenti comunali distaccati

Giudice di Pace. Inizia la formazione dei dipendenti comunali distaccati

Marano. Stamani incontro in Tribunale ad Aversa tra la Vice Sindaco Teresa Giaccio e la dott.ssa Elisabetta Garzo. Oggetto della convocazione, le tematiche di attuazione del Decreto ministeriale del 7 marzo 2014.
La Vice Sindaco Teresa Giacco delegata dal primo cittadino di Marano Angelo Liccardo, accompagnata dall’avvocato convenzionato Saverio Griffo, ha incontrato la dott.ssa Elisabetta Garzo del Tribunale Ordinario di Napoli Nord, alla presenza del Magistrato coordinatore dell’Ufficio del Giudice di Pace di Marano Giovanna Iodice.
La Dott.ssa Garzo ha espresso il suo vivo apprezzamento per l’ottimo lavoro portato a compimento per il mantenimento sul territorio dell’ufficio del Giudice di pace.

“Siamo molto soddisfatti – dichiara Teresa Giaccio – il nostro lavoro di coordinamento tra i Comuni è stato lodato appieno”.

Durante l’incontro si è inoltre stabilito l’avvio della formazione iniziale per personale comunale addetto, da realizzarsi attraverso tirocini in affiancamento, della durata di almeno due mesi, a partire dal 15 luglio.

L’attività di affiancamento riguarderà, a rotazione, i servizi civili, penali, nonchè i servizi amministrativo-contabili di spettanza degli Uffici del Giudice di Pace.

Soddisfatto il Sindaco di Marano Angelo Liccardo: “Con l’avvio immediato della formazione saremo in grado di garantire le attività dell’Ufficio del Giudice di Pace nei tempi previsti”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti