mercoledì 22 Settembre 2021
HomeAttualitàGori, tariffe ridotte dal Consiglio di Distretto dell’Ente Idrico Campano

Gori, tariffe ridotte dal Consiglio di Distretto dell’Ente Idrico Campano

Terremoto nel Sarnese Vesuviano sulle tariffe del servizio idrico GORI: stop definitivo al nuovo schema tariffario. Il Consiglio di Distretto dell’Ente Idrico Campano era chiamato a esprimersi sul piano tariffario per il quadriennio 2020 – 2023, dopo il rinvio della seduta dello scorso maggio con cui si impegnava a bloccare i rincari e approfondire la possibilità tecnica di ridurre le tariffe per renderle finalmente socialmente sostenibili.

All’indomani della sentenza con cui il Consiglio di Stato ha dato ragione al gruppo dei Comuni per l’acqua pubblica ricorrenti, annullando le tariffe deliberate dall’ARERA e riducendo del 30% gli aumenti tariffari già applicati dal 2012 al 2015, il Consiglio di Distretto non ha potuto far altro che prendere atto della nuova situazione, deliberando con consenso unanime l’abbassamento della tariffa idrica ricalcolato sulla base della sentenza.

“Si è scoperchiato il vaso di Pandora delle bollette Gori con una decisione che mette in discussione l’intero pieno tariffario dell’ultimo decennio – sottolineano i rappresentanti dei Comuni per l’acqua pubblica – e appare ora indispensabile applicare subito la riduzione delle tariffe dai primi calcoli effettuati nella misura di almeno l’8% e restituire agli utenti tutte le somme a nostro avviso non dovute. Ordinando il rinnovo dell’istruttoria, il Consiglio di Stato obbliga inoltre ARERA a coinvolgere i Comuni per riformulare correttamente una tariffa schizzata oltre ogni limite con aumenti del 70% in otto anni. La sentenza è immediatamente esecutiva e non ha bisogno di ulteriori provvedimenti per essere applicata: se c’è qualcuno che vuole fare scherzi siamo pronti a difendere i diritti dei cittadini in tutte le sedi”.

Si apre, dunque, un nuovo percorso per la restituzione del servizio idrico ai Comuni, per il superamento della sciagurata stagione Gori e la costituzione nel più breve tempo possibile di un’azienda interamente pubblica per la gestione trasparente, efficiente, solidale, ecologica e partecipata della risorsa acqua, nell’interesse esclusivo della cittadinanza.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti