venerdì 23 Aprile 2021
HomePoliticaGuai per l'Igiene Urbana, De Falco (Trasparenza) chiede chiarezza

Guai per l’Igiene Urbana, De Falco (Trasparenza) chiede chiarezza

Somma Vesuviana. Chiede chiarezza sui guai giudiziari che hanno coinvolto la società “Igiene Urbana” (che si occupa del servizio di raccolta dei rifiuti a Somma Vesuviana) il presidente della commissione Trasparenza Crescenzo De Falco (Pd) che questa mattina ha scritto una lettera al responsabile della Po3 del Comune, al sindaco Pasquale Piccolo e al segretario comunale in quanto responsabile Anticorruzione dell’Ente.

Tre giorni fa, infatti, la Procura di Velletri ha emesso 5 ordinanze di arresto (ai domiciliari) nei confronti di Daniele Manfuso, 48 enne, di Scafati, Andrea Abagnale, 41 enne, di Scafati, entrambi soci e gestori di fatto delle imprese “L’Igiene Urbana S.r.l.”, e “Helios S.r.l.” che hanno sede proprio a Scafati e con loro Michele Amarante, 48 enne, Andrea Serpieri, 38 enne, romano, entrambi responsabili della sede di Ardea (Roma) de “L’Igiene Urbana”, e Antonio Mirto, campano, geometra presso il Comune di Ardea, ritenuti responsabili dei reati di frode nelle pubbliche forniture, induzione indebita a dare o promettere utilità, falso ideologico commesso dal pubblico ufficiale in atto pubblico.
De Falco nella sua missiva ha chiesto ai tre destinatari “di relazionare in forma scritta suite conseguenze dirette che si avranno sulla conduzione dell’appalto vista le vicende giudiziarie che hanno interessato la Società Igiene Urbana come da articolo di giornale allegato alta presente ed eventualmente l’intendimento che questa amministrazione voglia mettere in atto per tutelare la legalità sull’espletamento del servizio”.

In verità, prima che De Falco, giustamente, si attivasse per tutelare gli interessi dei cittadini già lo aveva fatto l’ufficio competente (la posizione Organizzativa 3, Ecologia, di cui è responsabile l’architetto Mena Iovine). La dirigente già il giorno in cui si è diffusa la notizia attraverso la Stampa ha inviato una nota alla prefettura di Salerno perché garantisse che la ditta in questione ha ancora i requisiti per essere inserita nella certificazione antimafia: “white list”. In seguito ha anche convocato l’amministratore della ditta perché riferisse al sindaco e al segretario in merito alle vicende giudiziarie che li vedono coinvolti. Stamattina si è tenuto questo incontro, l’amministratore dell’ Igiene Urbana si è presentato in Comune ed ha chiarito che alcun procedimento incombe sulla società, ma solo sui prorietari. Come di evince anche dal comunicato della società.

“La Società L’Igiene Urbana ha appreso dell’iniziativa giudiziaria avviata dalla Procura di Velletri che ha coinvolto i propri soci, persone serie e stimate.

Siamo del tutto certi che l’incredibile equivoco verrà immediatamente risolto, confidando nell’operato della Magistratura che converrà sulla infondatezza delle accuse una volta esaminati i chiarimenti immediatamente forniti.

Nell’attesa che la Giustizia faccia il suo corso, preme tuttavia precisare che la Srl L’Igiene Urbana ed il suo amministratore e tutti i vertici aziendali, non sono stati interessati da alcun provvedimento e che l’attività prosegue incessantemente con la salvaguardia occupazionale delle centinaia di Lavoratori e delle loro famiglie che quotidianamente e da anni consentono all’azienda di mantenersi altamente competitiva”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna".

Articoli recenti